Bauman, ma che c’azzecca?

ControVerso
Terrorismo-islamico-1200x800

Le origini della paura e dell’insicurezza starebbero secondo Bauman nell’indebolimento dei legami umani

Zygmunt Bauman è un sociologo importante e ha scritto cose importanti. In questi giorni però rilascia un’intervista sulle origini della paura di noi popoli occidentali, un’intervista a commento degli attentati di questi giorni, che ti fa dire «e questo cosa c’entra?».

Le origini della paura e dell’insicurezza starebbero secondo Bauman nell’«indebolimento dei legami umani…» nello «sgretolamento delle comunità»… «nella sostituzione della solidarietà con la competizione senza limiti»…. «nella tendenza ad affidare nelle mani dei singoli la soluzione di problemi di rilevanza più ampia»… «in un mondo soggetto ai capricci dei poteri economici deregolamentati»… Ora, questi sono problemi importanti.

Purtroppo, dico purtroppo, destinati a passare in secondo piano, di fronte a ben altre cause di insicurezza e instabilità. Va bene essere autocritici con noi stessi, ma onestamente cosa c’entrino queste aspetti discutibili delle nostre società con i camion usati come proiettili contro tranquilli cittadini, con le sventagliate di mitra dentro le discoteche e con i preti sgozzati dentro le chiese mi è difficile capirlo.

La minaccia viene da nuclei che hanno fatto proprio dell’identitarismo e del sentirsi parte di una comunità la loro arma e motivazione principali. Con tutti i nostri difetti forse dovremmo recuperare l’orgoglio di avere comunque costruito società aperte e in cui vale per tutti il principio del diritto di critica e della libertà individuale. Certo possiamo sempre migliorarle. Ma intanto cominciamo a difenderle, senza piangerci addosso oltre ogni limite ragionevole,

Vedi anche

Altri articoli