AAA offresi allenatore per giocare a Pokémon Go

MediaTelling
pokemon-go-immagine-1-5fa168eb5f919bbbc2cb51b87a04bfd70

Dal 15 luglio, giorno di lancio dell’app, sono apparsi annunci di “allenatori di Pokémon GO” che per 15 euro l’ora si sono detti disposti a insegnare le mosse più strategiche

Le manie di massa sono cose serie. S’impossessano di milioni di persone in forma virale e tutti, chissà perché, finiamo alla fine per farci i conti. Parlo dei Pokémon, naturalmente. Imperversano. Appaiono e scompaiono in un grande gioco di massa che sembra pensato ad arte per allentare tensioni e smussare una vita sempre più fatta di paure. Entrano nel gergo della politica. Inventano nuovi mestieri. Parto dalla politica.

Oggi anche il nostro Presidente della Repubblica, in genere così compassato, s’è lasciato andare una citazione che è in perfetta sintonia con questo impazzimento di massa. Salutando i giornalisti ha detto: «In questa settimana, talvolta, a proposito della data e del cosiddetto spacchettamento, mi è apparso di assistere a discussioni surreali, quasi sulla scia della caccia ai Pokemon».

Apriti cielo: subito gli oppositori non sono stati a rimirar le stelle (cinque) e hanno replicato, con durezza, a cotanto affronto. Lascio ai notisti politici i commenti di merito, limitandomi, qui, a costatare come anche Mattarella abbia colto il carattere gioioso dell’impazzimento collettivo.

Arrivo ai mestieri. Dal 15 luglio, giorno di lancio dell’app, sono apparsi annunci di “allenatori di Pokémon GO”che per 15 euro l’ora si sono detti disposti a insegnare le mosse più strategiche per conquistare palestre, fare incetta dei Pokémon più potenti e comprare gli strumenti vincenti nel negozio virtuale dell’app.

Da nord a sud la mania dei Pokémon sta invadendo tutta la penisola e la nuova professione sta emergendo con annunci distribuiti un po’ ovunque nel nostro Paese, partendo da Milano e Padova, passando da Reggio Emilia, Pescara, Lucca, Roma e arrivando fino a Caserta, Caltanissetta e Catania. Gran parte degli annunci sono fatti su ‘Subito’, l’azienda più importante in Italia per comprare e vendere online con oltre 8 milioni di utenti unici mensili.

Da fonte autorevole (media Audiweb Total Digital Audience 2015) si apprende che i Pokémon stanno già diventando tra le keywords più ricercate dagli utenti della Rete. Formidabile, e resistente, riemerge la nobile e italica arte d’arrangiarsi.

Vedi anche

Altri articoli