380 milioni di anni dopo

Clima
+++ ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA +++
Una foto tratta dal profilo Facebook di Kerstin Langenberger Photography, Roma, 16 Settembre 2015.

Una allegoria in questa Parigi prigioniera del terrore, dove oggi tutti i capi di Stato e di governo della Terra daranno oggi il via alla Cop21, l’acronimo che indica la ventunesima Conference of the Parties sui cambiamenti climatici, sotto l’egida dell’Onu

C’è un bel libro di John Kotter (Il nostro iceberg si sta sciogliendo), guru mondiale del change management. Racconta la storia del pinguino Fred che vive con una colonia di fantastici pinguini su un iceberg in Antartide. Le abitudini consolidate dalla notte dei tempi sono sconvolte dal nostro eroe che un bel giorno scopre una minaccia catastrofica. Lancia l’allarme, spiega in mille lingue che bisogna modificare le vecchie abitudini ma i suoi simili sono sdraiati e schifiltosi, e quasi nessuno è disposto ad ascoltarlo. Inizia così una vicenda di resistenza tenace a qualsiasi cambiamento dei comportamenti collettivi, scetticismo, quindi di gesti eroici per vincere la paura, di intuizioni per superare ostacoli apparentemente insormontabili.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli