Con la Buona Scuola, 20mila assunzioni in più del previsto: 180mila in tre anni

Scuola
Primo giorno di scuola per gli studenti della Scuola elementare statale Tommaseo, Torino,15 Settembre 2014 ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Assunzioni ‪#‎labuonascuola‬, scusate c’eravamo sbagliati. Non 160.000, ma circa 180.000 in tre anni. A dicembre concorso per oltre 63.000

Avevamo detto: “con la Buona Scuola assumeremo 160.000 docenti, tutti i docenti di cui le scuole hanno bisogno per realizzare in autonomia il loro progetto formativo”. E pochi avevano creduto riuscissimo nell’impresa. Un’impresa titanica che nessun governo finora aveva mai tentato. Non ci crederete, ma siamo stati prudenti. Tra il 2015 e il 2018 entreranno in ruolo circa 180.000 insegnanti, forze giovani che daranno una marcia in più alla scuola italiana.

I numeri parlano chiaro: a settembre abbiamo assunto 38.000 docenti ai quali si aggiungeranno entro fine mese altri 50.000 insegnanti del cosiddetto potenziamento. E già il primo dicembre bandiremo il concorso per 63.700 riservato a docenti abilitati. E non finisce qui perché nel giro di tre anni verranno stabilizzati anche 30.000 insegnanti dalle Gae.

Il concorso sarà l’unica via di accesso alla professione. E, nel prossimo, saranno coinvolti tutti quei settori rimasti finora scoperti: saranno 6.800 i posti per la scuola dell’infanzia, 15.900 quelli per la primaria, 13.800 quelli previsti per le medie, 16.300, infine, i posti disponibili per la secondaria di secondo grado. Matematica, lingue e italiano le discipline più richieste dalle scuole.

Il mosaico poco a poco si compone e definisce sempre più l’immagine di una scuola sana, rispettosa delle esigenze degli studenti e dei territori, potenziata e finalmente libera di decidere come essere e di realizzarlo. Avevamo sbagliato a fare i conti, è vero, ma avevamo sbagliato in difetto: 180.000 docenti daranno agli istituti un nuovo slancio – stabile e non più precario – verso il futuro.

Vedi anche

Altri articoli