Verini: “La Lega vuole il Far West, noi siamo per il diritto”

Sicurezza
Walter Verini alla manifestazione Antimafia capitale, Roma, 3 settembre 2015.
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

La questione della legittima difesa divide anche la maggioranza, rinvio in commissione

Scontro alla Camera sulla legittima difesa, posizioni diverse anche nella maggioranza e dunque inevitabile rinvio in Commissione per un ulteriore approfondimento. ma ovviamente è stata la Lega (con tanto di t shirt sotto le giacche) a fare la parte del giustiziere. Ci spiega tutto Walter Verini, capogruppo del Pd in commissione giustizia.

Cosa è successo, Verini? La Camera non riesce a decidere su un tema così sentito dall’opinione pubblica come quello della legittima difesa?

Il problema è che abbiamo a che fare con un partito, la Lega, che cavalca le paure, anche comprensibili, della gente e in sostanza vorrebbe che i cittadini si armassero, secondo la peggiore logica dell’occhio per occhio. In barba ai principi della civiltà giuridica. Noi però siamo contro il Far west.

Ma non c’è il rischio che appariate troppo permissivi e quindi impopolari?

Noi pensiamo che la sicurezza sia un problema serissimo, non scherziamo: è questo governo che inasprito le pene per i furti in abitazione e aumentato le risorse per la sicurezza. Noi abbiamo presentato emendamenti per aiutare i giudici nell’interpretazione dei fatti, per capire cioè quando la difesa sia legittima oppure no. Non è una questione semplice da definire, ma noi vogliamo restare nell’ambito della civiltà del diritto e contrastare la propensione alla legge del taglione.

Facciamo degli esempi concreti.

Bisogna sempre valutare il contesto di una vicenda. Dipende dalla circostanze fattuali se si può ritenere che un cittadino che arriva a uccidere lo fa perché preda di un turbamento giustificato oppure no. Le situazioni sono diverse ogni volta. Per questo non si può accettare che sparare sia sempre e comunque motivato da paura. Quella non è legittima difesa, è Far west.

La maggioranza si è divisa…

I centristi hanno chiesto il rinvio in commissione perché non condividono le nostre preoccupazioni su quella che può essere una deriva pericolosa, che è quella che vuole Salvini. Va bene, continueremo a discutere. Nessun dramma, ma noi di qui non ci muoviamo: niente Far west.

Vedi anche

Altri articoli