Unioni civili, Cirinnà: “M5S e Sel responsabili del rinvio ma ce la faremo entro l’anno”

Diritti
Unioni-gay-1024x576

Chi e perché ha fatto slittare il voto sulle unioni civili

Lucciole per lanterne. La narrazione rimbalzata sulle unioni civili, in cui il Partito democratico imposto uno stop o una marcia indietro al disegno di legge tanto atteso, significa contraddire la realtà. L’accusa al governo Renzi di trascurare l’approvazione del provvedimento legislativo è stata fatta da Sel e M5S, veri responsabili del rinvio. La vicenda è semplice e ci viene spiegata proprio da Monica Cirinnà la senatrice pd relatrice del testo.

Cosa pensa di questo rinvio?

“Non ho parole. Il racconto di ciò che è successo è il classico caso di capovolgimento dei fatti. Alla conferenza dei capigruppo in Senato, il Partito democratico ha chiesto con grande determinazione di votare le riforme costituzionali entro l’8 ottobre proprio per lasciare tempo all’aula del Senato di esaminare e approvare la legge sulle unioni civili”.

Addio alla data del 16 ottobre quindi?

“La data del 16 ottobre non è saltata, noi possiamo andare in aula il 14 ottobre. Il Pd ha due priorità assolute: la riforma del Senato e le unioni civili. Il capogruppo dem Zanda aveva proposto con buon senso nella capigruppo del Senato di chiudere le riforme l’8 ottobre e dal 12 ottobre o prima di incardinare le unioni civili per chiudere entro il 15 dello stesso mese. La risposta di Sel e M5S è stata però diversa, hanno preferito il palcoscenico delle’ostruzionismo e dell’aula piuttosto che la riforma del Senato allungato, sacrificando quindi le unioni civili”.

Cosa pensa di questa doppia faccia di Sel e M5S che da una parte chiedono più tempo  per la discussione sulle riforme costituzionali e dall’altra denunciano che non c’è tempo per discutere delle unioni civili e arrivano persino d accusare il Pd?

“E’ un giochino sporco e squallido che viene fatto sulle spalle di persone che attendono da anni una legge in questo Paese per vedersi riconosciuti dei diritti. E’ sotto gli occhi di tutti, se Sel e M5S avessero votato la proposta di Zanda, avremmo avuto le unioni civili già il 12 di ottobre”.

Quali sono i tempi della discussione ora?

“Probabilmente il ddl sarà incardinato il 14 ottobre, poi accantonato e ripreso appena votata la legge di stabilità, penso al 15 novembre ed essere votato al Senato e passare alla Camera. Insomma la promessa di Renzi di farcela entro l’anno è ancora possibile. Noi ce la mettiamo tutta.”

 

Vedi anche

Altri articoli