“Sono io la candidata M5S a Genova. Così ho sconfitto Grillo”. Parla Marika Cassimatis

M5S

Decisione clamorosa del tribunale di Genova, che nel caso della causa di Marika Cassimatis contro Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle ha deciso di dare ragione alla vincitrice delle “comunarie” per la scelta del candidato sindaco. La sentenza di oggi annulla le due delibere con cui la Cassimatis veniva esclusa dal partito e con cui Luca Pirondini è stato scelto per correre alle elezioni con il simbolo dell’M5S

In serata Beppe Grillo ha commentato sul proprio blog la sentenza del Tribunale di Genova: “Marika Cassimatis è stata sospesa e la votazione del 14 marzo è stata annullata, – si legge – pertanto la stessa non è né sarà candidata con il MoVimento 5 Stelle a Genova alle elezioni dell’11 giugno”. “Non possiamo non rilevare come in nessun passo della predetta sentenza si sostenga che la Cassimatis è la candidata sindaco del MoVimento 5 Stelle, come lei ha affermato”.

Leggi anche: Il Tribunale di Genova dà ragione a Marika Cassimatis: “Il ‘fidatevi di me’ di Grillo non è diritto”

Vedi anche

Altri articoli