Profughi, Pittella: “La Grecia non può diventare una gabbia”

Europa
20160128_Pittella_U

Il presidente del gruppo S&D a Bruxelles: “Il governo di Atene sta facendo il massimo, sospendere Schengen sarebbe illegale”

La Grecia sta facendo il massimo per organizzare l’accoglienza di migranti e rifugiati che sbarcano sulle sue coste, ma gli altri Paesi europei non possono pensare di trasformarla in una «gabbia», perché se salta la libera circolazione di Schengen «sarebbe la fine dell’Europa». Lo ha spiegato a l’Unità il presidente del Gruppo dei Socialisti e Democratici, Gianni Pittella, di ritorno da un viaggio in Grecia in cui ha vistato i nuovi centri di accoglienza aperti da poco e ha incontrato, tra gli altri, il presidente del Paese, Prokopīs Paulopoulos, e il premier Alexis Tsipras.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli