Nel Mezzogiorno qualcosa è cambiato

#Exit

I dati resi noti dall’Istat e non solo, parlano di una crescita del Mezzogiorno durante tutto il 2015

C’è un’altra Exit che sta prendendo piede in questo periodo: ossia la voglia del Mezzogiorno di uscire dall’immobilismo storico che l’ha caratterizzato, per cambiare il proprio destino e la propria narrazione. I dati resi noti dall’Istat e non solo, parlano di una crescita del Mezzogiorno durante tutto il 2015. Una crescita importante, se confrontata con i dati relativi ad altre aree del paese, ad esempio il Nordest, ma soprattutto se paragonata alle performance negative dello stesso Sud. Il segno più che caratterizza il Sud acquisisce un significato importante, perché giunge dopo un lunghissimo ciclo negativo che ha caratterizzato questo pezzo d’Italia.  Sono due i luoghi simbolici della nuova stagione per il Sud: Bagnoli e Matera. Pochi anni fa, nessuno avrebbe mai associato la parola opportunità a questi due luoghi. Quali sono le chiavi di lettura di questa inversione di tendenza lo abbiamo chiesto a presidente del gruppo S&D al Parlamento europeo, Gianni Pittella.

Vedi anche

Altri articoli