Le voci della moschea: “L’Islam è libertà”. Oggi manifestazioni a Roma e Milano

Terrorismo

Dopo la preghiera del venerdì, i fedeli musulmani raccontano le loro emozioni a Unità.tv

E’ il giorno in cui i musulmani dicono no al terrorismo, da Roma a Milano.

A Milano alcune centinaia di manifestanti si sono riuniti in piazza san Babila per partecipare al presidio ‘Not in my name‘ organizzato dal Caim (Coordinamento associazioni islamiche di Milano e Monza-Brianza) ”e da altre 87 associazioni islamiche” come ha spiegato Davide Piccardo, coordinatore del Caim. Il presidio è incominciato intorno alle 15. ”No al terrorismo si’ alle moschee – ha detto Piccardo parlando con i giornalisti – con il riconoscimento delle moschee ci sarebbe maggiore sicurezza per tutti. Non c’è spazio per il terrorismo e questa escalation di violenza ci preoccupa molto”. ”La islamofobia – ha aggiunto – crea tensione e invece avremmo bisogni do convivenza e dialogo”.

Stesse motivazioni per la manifestazione anche a Roma che sta prendendo il via in piazza Santi Apostoli. “Musulmani d’Italia. Not in my name” si legge sullo striscione che campeggia sul retro del palco allestito in piazza, dove stanno convergendo fedeli e guide spirituali e culturali dell’islam moderato. Molti manifestanti hanno portato con loro cartelli con chiari messaggi contro il terrorismo: “#ionosonoterrorista”, “L’Isis e un cancro del corpo islamico”

Vedi anche

Altri articoli