La Costituzione non è una mummia

Referendum
costituzione

La riforma costituzionale rafforzerà la nostra bellissima Costituzione

Salvatore Settis si inserisce nel dibattito sul referendum costituzionale pubblicando con Einaudi una raccolta di riflessioni con un intento chiaro fin dal titolo: Costituzione! Perché attuarla è meglio che cambiarla. Un libro che avrebbe potuto essere scritto a prescindere da molte delle norme realmente adottate dal Parlamento con la riforma Boschi-Renzi, visto che ne fornisce una lettura a tratti del tutto apodittica e complessivamente intrisa di allarmismo ap o calittico. Ci sono alcuni aspetti del libro che non possono non suscitare la rispettosa ma netta reazione del costituzionalista. Non parlo certo dell’uso disinvolto di alcuni concetti giuridici. Figuriamoci, avessi scritto io –da costituzionalista –un libro sui sumeri o gli etruschi avrei fatto molti più errori di quelli che fa Settis da archeologo prestato al diritto pubblico. Voglio solo soffermarmi sul metodo della sua riflessione.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli