Capuozzo all’Antimafia. Carbone: “Si stanno accusando a vicenda”

M5S
quarto rosa capuozzo

“Se emergesse che parlamentari nazionali sapevano saremmo davanti a un fatto gravissimo”

L’appuntamento è alle 20 a palazzo San Macuto: Rosa Capuozzo verrà ascoltata dalla commissone Antimafia. “L’ufficio di presidenza ha accettato la mia proposta – dice il dem Ernesto Carbone – perché credo che invece di occuparsi di liste di impresentabili la commissione Antimafia debba occuparsi di vicende come questa di Quarto dove c’è un forte sospetto di commistione fra politica e criminalità”.

Cosa bisogna sapere da Rosa Capuozzo, Carbone?

In questa vicenda è necessario insistere sulla responsabilità politica. Quella della Capuozzo e quella dei leader del M5S. Si sono parlati? A che livello le storie di Quarto erano conosciute dal vertice nazionale? Sapevano delle pressioni della camorra? La cosa è molto seria: se emergesse che parlamentari nazionali sapevano di interventi della camorra sulla vita di una città saremmo davanti a un fatto gravissimo.

Soprattutto nel Mezzogiorno è quasi impossibile ignorare il peso della criminalità organizzata…

E’ evidente che commistioni fra la mafia o la camorra e la politica sono frequenti, e non ho problemi a dire che il rischio riguarda tutti i partiti, nessuno è immune. In questo caso però la gestione della vicenda da parte del M5S è completamente sballata, tanto è vero che si accusano a vicenda: la Capuozzo accusa Di Maio e Fico, Di Maio e Fico accusano la Capuozzo…

Loro dicono che non sapevano.

La Capuozzo e il vicesindaco di Quarto dicono di sì. Sapevano Fico e Di Maio dei ricatti, della storia dell’abuso edilizio e del resto? E fra l’altro dovrebbero anche spiegare perché in un primo tempo l’hanno difesa e poi l’hanno cacciata: cosa è successo fra le due cose?

Come hanno reagito i parlamentari di M5S che siedono in commissione alla vostra richiesta di audire la Capuozzo?

No, non hanno reagito. Hanno accettato la proposta, d’altronde che potevano fare…

Seduta pubblica o no?

Questa sarà la prima battaglia procedurale di domani sera. Per noi la seduta deve essere pubblica, un amministratore pubblico non deve nascondere niente.

Vedi anche

Altri articoli