Seconda proposta del Pd sui vitalizi.
Richetti: “Incomprensibile, serve l’abolizione totale”

Vitalizi
20150721_Richetti_U

Matteo Richetti prima firmatario della proposta di legge per l’abolizione dei vitalizi commenta la seconda proposta sullo stesso argomento della deputata Pd Anna Giacobbe.

A distanza di un mese dalla sua proposta di legge per superare i vitalizi, ne viene presentata un’altra, prima firmataria la deputata del Pd Anna Giacobbe.

Qual è la sua reazione?

“Innanzitutto non voglio fare nessun tipo di polemica. Nei prossimi mesi il Pd saprà trovare una sintesi su questo tema. Certo è più che comprensibile lo stupore di tanti militanti e circoli Pd che, avendo visto e condiviso la mia iniziativa, si sono trovati di fronte al tentativo di stoppare la mia proposta, visto che i contenuti sono diversi.

Cosa intende?

Nei titoli si dice di voler dare ai parlamentari la pensioni come tutti gli altri lavoratori, invece guardando tra le righe di questa seconda proposta ci sarà solo un tetto al cumulo e non c’è il cambio della logica, secondo me completamente sbagliata, dei vitalizi. Tale proposta mi era stata anticipata e descritta come complementare. In realtà, è innegabile che, quel testo, il vitalizio non lo cancella ma lo contiene. Anzi si va accumulare ad altre pensioni. E’ un’altra posizione rispetto quella firmata da me e da altri 74 deputati del Pd.

Cosa crede che succederà ora?

Questa seconda proposta secondo me verrà vissuta come un ulteriore beneficio per chi fa politica. I cittadini non  ci chiedono sconti sui privilegi ma ci chiedono di toglierli.  Se il PD vuole che, chi fa politica, percepisca la pensione con le stesse logiche di tutti glia altri lavoratori, ha una via che si chiama votare la proposta da legge guidata da me. Se vuole fare altro dovrà modificare la proposta di legge. Anche la stampa non proprio amica ha compreso il nostro tentativo.

Vuole aggiungere altro su questa doppia proposta?

Sì, eviterei di bollare competenti e incompetenti in materia. Tra le righe ho letto che questa seconda proposta è frutto di chi ne ha competenza. Ecco, su questo ci tengo a sottolineare che sono 5 anni che lavoro sui costi della politica. Quello che chiedo oggi è un confronto aperto. Chi assume una posizione deve sostenerla anche in pubblico. Basta sguardi sospettosi di chi trova fastidiosa questa battaglia.

 

Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli