Ambrosoli: “La legalità e i controlli per mettere fuori gioco i criminali”

Expo2015
Umberto Ambrosoli durante la conferenza stampa al Pirellone nella quale sono state richieste le dimissioni del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, Milano, 17 febbraio 2016. La mozione di sfiducia del centrosinistra (Pd, Patto civico) al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, dopo l'arresto del consigliere leghista Fabio Rizzi, sarà depositata stasera, al massimo domattina. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

ll consigliere regionale in Lombardia e coordinatore della coalizione di centrosinistra: “In Consiglio vogliamo avere tutti i chiarimenti da Maroni”

La Mafia aveva messo le mani sull’Expo. La notizia ha allarmato e in parte sorpreso visto l’esito ottimo della manifestazione e soprattutto, l’altissima qualità dei livelli di controllo svolti negli ultimi anni. Ne parliamo con Umberto Ambrosoli, consigliere regionale in Lombardia e coordinatore della coalizione di centrosinistra.

Si aspettava l’infiltrazione mafiosa nell’Expo?

«Ben vengano i provvedimenti dell’autorità giudiziaria e sono sicuro che le indagini saranno complete anche perché i pm che se ne occupano sono di esperienza massima. Questo perché abbiamo bisogno di allontanare i pericoli dal sistema imprenditoriale lombardo e dai rapporti dell’economia illecita con quella che definiamo legale. Una seconda considerazione è relativa a un ingresso della criminalità organizzata tramite una società afferente al sistema di Fiera di Milano, che è una società regionale. Perciò in consiglio regionale vorremo avere tutti i chiarimenti che Maroni ha già detto di aver commissionato e che vogliamo siano pubblici per capire che cosa poteva essere fatto di più e cosa si potrà fare di più in futuro. Terzo punto, importantissimo, queste operazioni appaltate dalla specifica società di Fiera di Milano, si sono svolte nell’ambito di Expo e caspita, io non ho in mente nulla nella storia del nostro Paese che abbia avuto più controlli di Expo 2016…».

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli