WhatsApp come la mail, ora è possibile inviare anche documenti

Tecnologia
WhatsApp2

La novità introdotta dall’ultimo aggiornamento renderà sempre più versatile il servizio offerto dalla famosa app di messaggistica

In origine era solo una valida alternativa ai costosi sms. Ora WhatsApp sta diventando sempre di più l’hub delle nostre conversazioni multimediali. Oltre alle foto, ai video, ai messaggi sonori, ora anche i documenti che conserviamo sul telefonino o su uno dei servizi di storage online potranno essere condivisi facilmente con i nostri contatti. Esattamente come facciamo con la nostra email, ma con la praticità della chat.

La nuova funzione è disponibile con l’ultimo aggiornamento dell’applicazione. Vale sia per iOS, sia che per Android, ma non per WhatsApp Web né per Windows Phone e Windows 10 Mobile. L’unica differenza tra i possessori di un telefonino Google e quelli che usano un iPhone, è che i primi potranno condividere un file locale o cloud, mentre i secondi potranno solo scegliere tra i vari servizi di archiviazione online come  iCloud Drive, Google Drive, Dropbox e OneDrive.

La modalità di condivisione è semplice e intuitiva. Così come condividiamo una foto, basterà cliccare sull’icona di condivisione interna alla chat e selezionare il servizio da cui condividere il documento. L’interfaccia della cloud sarà affidata al servizio a cui si è abbonati. Così se condivederemo un file da Google drive, avremmo accesso alla medesima organizzazione dei contenuti offerta dal servizio di archiviazione di Google. Senza alcun stravolgimento grafico.

Nell’introdurre questa novità, WhatsApp ha aggiunto anche una nuova suddivisione dei contenuti multimediali. Se prima potevamo navigare in una macro categoria che conteneva sia foto  che video, ora sono state introdotte tre diverse categorie. Quella originale, chiamata “media“, che contiene come prima tutte le immagini e i video, più due nuove suddivisioni: quella riservata ai “link” e quella, appunto, destinata ai “documenti“.

Vedi anche

Altri articoli