Cala la disoccupazione, cresce il Pil. Renzi: “Il Paese si è rimesso in moto”

Lavoro
epa04856534 Italian Prime Minister Matteo Renzi during his joint press conference with Palestinian President Mahmoud Abbas (not pictured) in the West Bank city of Bethlehem on 22 July 2015. Premier Matteo Renzi is currently on a tour of Israel and the West Bank and earlier on 22 July 2015 he addressed the Israeli Knesset.  EPA/ATEF SAFADI

In un videomessaggio il commento del Premier sui dati positivi dell’occupazione : “Settembre ricomincia con numeri buoni”

In calo il tasso di disoccupazione a luglio. Secondo le stime diffuse oggi dall’Istat, il valore è sceso di 0,5 punti percentuali, arrivando a quota 12,0%. In diminuzione anche la stima dei disoccupati, che scende del 4,4% (-143 mila) su base mensile.

Nei dodici mesi la disoccupazione è diminuita del 6,6% (-217 mila persone in cerca di lavoro) e il tasso di disoccupazione di 0,9 punti. Il calo della disoccupazione a luglio riguarda anche i giovani nella fascia di età compresa tra i 15 e i 24 anni. Il tasso è pari al 40,5%, in calo di 2,5 punti percentuali rispetto al mese precedente.

La stima del numero di giovani disoccupati, prosegue l’Istat, diminuisce rispetto al mese precedente(-51 mila, pari a -7,6%). L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è pari al 10,4% (cioè poco più di un giovane su 10 è disoccupato). Tale incidenza, continua l’Istat, diminuisce nell’ultimo mese di 0,9 punti percentuali. Con riferimento alla media degli ultimi tre mesi, per i giovani 15-24enni si osserva il calo sia del tasso di occupazione (-0,2 punti) sia del tasso di disoccupazione (-0,2 punti), a fronte di una crescita del tasso di inattività (+0,5 punti percentuali). In termini tendenziali, cioè rispetto a luglio 2014, il tasso di occupazione dei giovani 15-24enni cala di 0,5 punti percentuali, cala anche il tasso di disoccupazione (-2,6 punti), a fronte di una crescita del tasso di inattività di 2,0 punti.

Dopo il calo di maggio (-0,2%) e la lieve crescita di giugno (+0,1%), a luglio 2015 la stima degli occupati cresce ancora dello 0,2% (+44 mila). Il tasso di occupazione aumenta nel mese di 0,1 punti percentuali, arrivando al 56,3%. Nell’anno l’occupazione cresce dell’1,1% (+235 mila persone occupate) e il tasso di occupazione di 0,7 punti.

Dopo i dati positivi sul calo della disoccupazione diffusi oggi dall’Istat, il presidente del Consiglio è intervenuto sulla sua pagina Facebook in un video in cui commenta la ripresa segnalata dalle nuove rilevazioni e in cui lancia un auspicio: “ai numeri facciano seguito le idee, la determinazione e la grinta degli italiani che sono la più grande risorsa del nostro Paese”

Vedi anche

Altri articoli