Vi ricordate Alemanno?

Roma
Gianni Alemanno

Si dice sempre che senza memoria, non c’è futuro

Bisognerebbe capire bene, ma servirebbe uno psichiatra e molto bravo, perché Ignazio Marino è diventato in così poco tempo politicamente un dead man walking o, se volete, nella vulgata cittadina una specie di calamità naturale, e perché il Pd romano anziché guardare al presente e al futuro della Capitale – come fanno i democratici in tante città – ha mostrato al mondo il suo fallimento plateale a due mesi dal riavvio della giunta 2.0 e a due anni e mezzo dal trionfo dell’8 aprile 2013.

Per leggere questo articolo, abbonati a l’Unità

Vedi anche

Altri articoli