Vergogna Di Maio. Il Pd: adesso deve dimettersi

M5S
di maio

Bufera sul vicepresidente della Camera per l’ignobile attacco sulla tomba di don Diana. Renzi: “Meschino e misero usare i martiri”

«Pensare che di fronte ai martiri della camorra si possano utilizzare le cerimonie e le ricorrenze per tirarsi addosso tra partiti, come ha fatto il vicepresidente della Camera eletto con i voti del Pd, è il segno più meschino e misero cui può arrivare la politica», perché tra l’altro «questo governo ha aumentaro i fondi per le vittime» di mafia: lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi ieri, stigmatizzando le dichiarazioni fatte dal Cinque Stelle Luigi Di Maio strumentalizzando l’anniversario della morte di Don Peppe Diana, parroco di Casal di Principe ucciso dalla camorra il 19 marzo del 1994. Sulla tomba del prete anticamorra il vicepresidente della Camera ha accusato il governo di aver «bloccato i fondi per il risarcimento dei familiari delle vittime».

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli