Venduta all’asta la chitarra con la quale John Lennon scrisse “Love Me Do” e “I Want To Hold Your Hand”

Musica
Schermata 11-2457336 alle 10.10.15

Uno dei più importanti cimeli della storia dei Beatles venduto all’asta in California per 2,4 milioni di dollari (circa 2,23 milioni di euro)

Tutto quello che riguarda il mondo dei quattro baronetti di Liverpool è entrato a far parte dell’immaginario collettivo. Pionieri non solo a livello musicale ma anche estetico, la caccia al cimelio griffato Beatles è un’attività spasmodica e incessante: dai contratti discografici originali, agli abiti, dai ritratti ai dischi rari. Da queste premesse si può facilmente immaginare con quale fibrillazione i collezionisti si siano approcciati all’asta di uno strumento musicale appartenuto ad uno dei Fab Four: praticamente una reliquia sacra. La chitarra che John Lennon usò per comporre e registrare ‘Love Me Do‘, ‘I Want to Hold Your Hand‘ e altri successi è stata venduta all’asta in California per 2,4 milioni di dollari (circa 2,23 milioni di euro). Si tratta di una Gibson J-160E, una delle uniche due chitarre che furono inviate dagli Stati Uniti al Regno Unito nel 1962 per Lennon e George Harrison. Lennon la suonò per un anno prima di cambiarla per quella di Harrison e da allora lo strumento sparì dalla circolazione: era il 1963  e per 52 anni della chitarra non rimase nessuna traccia: eppure sembra che Lennon vi fosse molto affezionato, e si recasse spesso da Paul McCartney per comporre insieme a lui con quello strumento. L’anno scorso la mitica Gibson è uscita fuori; ne era in possesso un uomo californiano che, dopo averne accertato origine e valore tramite un’accurata perizia, l’ha messa in vendita attraverso la casa d’aste Julien’s Auctions: ad aggiudicarsela un facoltoso anonimo disposto a pagarla, per capirci, il costo equivalente di un attico a piazza di Spagna a Roma..

 

Vedi anche

Altri articoli