Usa, morto Scalia, giudice della Corte suprema

Usa
epa05159265 (FILE) A file photo dated 08 February 2016 shows US Supreme Court Associate Justice Antonin Scalia speaking at the Economics Club of New York in New York, New York, USA. Reports state on 13 February 2016 state that Antonin Scalia has been found dead at a resort ranch in Texas, age 79.  EPA/PETER FOLEY

La nomina del successore può cambiare gli equilibri della corte

“Ho intenzione di adempiere alle mie responsabilità costituzionali e di nominare a tempo debito un  successore” del giudice della Corte Suprema, Antonin Scalia morto ieri all’età di 79 anni. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, aggiungendo che sono “responsabilità che prendo sul  serio, come dovrebbero tutti, perché sono più grandi di qualsiasi partito”. Ma il presidente, che ha ricordato il valore di giurista di Scalia e le sue origini italiane, deve affrontare una battaglia feroce e prolungata con i repubblicani che hanno già dichiarato di non avere alcuna intenzione di permettere a Obama di scegliere il successore di Scalia.

La Corte suprema è stata molte volte un ostacolo  per le riforme di Barack Obama, ultimo il caso delle norme ambientaliste volute dal presidente per limitare le emissioni di CO2 adempiendo agli impegni del vertice di Parigi.

Infatti i repubblicani hanno subito chiesto che il successore di Scalia venga nominato dopo le elezioni presidenziali di novembre, ma Obama ha replicato che procederà alla nomina “a tempo debito”.

 

Vedi anche

Altri articoli