Unioni civili, rinvio a sorpresa per favorire il dibattito in aula

Unioni civili
Il ministro per i rapporti col Parlamento Maria Elena Boschi (S) con Monica Cirinnà al Senato, durante le dichiarazioni di voto sulle comunicazioni del premier Matteo Renzi, in merito al prossimo consiglio europeo del 15 e 16 p.v., Roma, 14 ottobre 2015. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

Oggi solo la discussione generale. La Lega rinuncia al 90% degli emendamenti

Il colpo di scena porta la firma della Lega, ha il via libera del Pd ma non piace né poco né punto alla comunità gay, lesbica, lgbt che da anni attendono il via libera alla legge sui diritti civili. Tutto rinviato di una settimana. Tutto rinviato a dopo il Family day. Alla prossima settimana. Poi inizia un tempo lungo senza date finali per il voto. Da parte sua il Pd ha ritirato l’emendamento Canguro, quello premissivo a firma Marcucci che in caso di scontro e ostruzionismo avrebbe chiuso la bocca a tutti mettendo al voto direttamente il testo Cirinnà senza modifiche.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli