Unioni civili, l’ora della verità. L’ultima trattativa

Unioni civili
Un momento della manifestazione delle associazioni omosessuali a favore delle unioni civili in piazza delle Cinque Lune, vicino a palazzo Madama, Roma, 2 febbraio 2016. ANSA/FABIO CAMPANA

Oggi e domani contatti per arrivare ad un accordo con la Lega per il ritiro degli emendamenti e nel Pd per evitare spaccature

L’ora della verità scoccherà martedì quando il presidente del Senato Piero Grasso comunicherà quanti e quali saranno i voti segreti sul Ddl Cirinnà. Fino a quel momento è guerra di nervi sia tra le forze politiche sia dentro il Partito democratico. A quarant’otto ore dall’inizio del voto, infatti, tutti giocano a carte coperte e di fatto non si registrano passi in avanti significativi. Ancora ieri sera durante i contatti tra gli sherpa di Pd e Lega le posizioni restavano immutate con un costante rinvio di palla da un campo all’altro. Il Carroccio ha fatto sapere di essere pronto a ritirare gli oltre 5mila emendamenti soltanto se il Pd ritira il maxicanguro; i dem di rimando hanno risposto che soltanto quando Roberto Calderoli ritirerà i suoi, soprattutto i canguri-trappole, allora si potrà procedere

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli