Unioni civili, Serracchiani: “tema d’interesse anche per il M5S”

Diritti
Emma Foulkes, left, and Petrina Bloodworth hold hands and show their wedding rings after being married at the Foulton County Courthouse  Friday, June 26, 2015, in Atlanta.  A court in Atlanta has started marrying gay couples after the U.S. Supreme Court struck down Georgia's ban on same-sex marriage. Fulton County Probate Court Clerk James Brock says three gay couples have received marriage licenses. Georgia was one of 14 states where a ban on same-sex marriage existed. (ANSA/AP Photo/John Bazemore)

Il Pd sulle adozioni lascerà la libertà di coscienza, non ci sarà nessuna rottura nella maggioranza. Nel frattempo i vescovi avvertono: la politica non sia strabica

Sulla stepchild adoption “ci sono opinioni diverse e trasversali e probabilmente il Pd lascerà libertà di coscienza e non ci sarà nessuna rottura nella maggioranza, ci confronteremo ed è possibile trovare un accordo”. Sono le parole del ministro Maria Elena Boschi, ospite alla trasmissione L’Arena, che smorzano di fatto la tensione con l’alleato di governo Angelino Alfano nata nelle ultime ore.

Il tema della cosiddetta Stepchild Adoption è molto delicato, soprattutto in casa dei centristi dell’Ncd che ne hanno fatto un vero e proprio cavallo di battaglia contro l’attuale configurazione del testo. Il disegno di legge Cirinnà-bis esclude le adozioni (una coppia omosessuale non può adottare un bambino “terzo” senza legame con uno dei due partner, come possono fare le coppie eterosessuali) ma prevede l’estensione per le unioni civili tra persone dello stesso sesso della cosiddetta Stepchild Adoption, ovvero l’adozione del bambino che è già riconosciuto come figlio di uno solo dei due.

Ma è proprio questo il punto su cui c’è divisione politica, un nodo ancora difficile da sciogliere, anche se l’obiettivo finale sembra essere lo stesso per tutti: dare nuovi diritti alle coppie omosessuali. Il Pd prova a rassicurare gli alleati di governo usando la libertà di coscienza e allo stesso tempo prova a lanciare un messaggio al movimento di Grillo riunito ad Imola: “Il tema potrebbe essere di grande interesse per il M5s se volesse finalmente fare qualcosa” esorta il vicesegretario nazionale del Pd Debora Serracchiani.

D’altra parte, anche il ministro Boschi nel pomeriggio sottolinea come “all’interno dei partiti ci siano opinioni molto diverse, trasversali”. Insomma, non è escluso che la soluzione possa arrivare da inedite alleanze.

L’altro vicesegretario del Partito democratico, Lorenzo Guerini, aggiunge che il tema è “complesso e delicato” e sottolinea come “tutti possono dare una mano, senza porre veri e propri aut aut” dato che non si tratta di “una materia di Governo. “Sui punti ancora aperti – ribadisce – ci sarà libertà di coscienza, come detto fin dal primo momento”.

Nel frattempo, parallelamente ai contrasti tra le forze politiche, arriva l’affondo da parte della Cei, con il segretario generale Nunzio Galantino, che si dice contrario a una politica “strabica” che investe energie su “queste forme di unioni particolari”. Secondo il rappresentante dei vescovi c’è il rischio di “mettere all’angolo la famiglia tradizionale, pilastro della società”.

 

(Nella foto Emma Foulkes e Petrina Bloodworth si tengono per mano e mostrano i loro anelli dopo il matrimonio celebrato alla Foulton County Courthouse di Atlanta, nel giugno scorso. Foto Ansa / John Bazemore)

Vedi anche

Altri articoli