Un sistema gelatinoso, vero e proprio tumore sociale

Corruzione

Il Presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone presenta la relazione annuale in Parlamento: “La legge Severino va cambiata”

“Le indagini dell’ultimo periodo della magistratura, che va ringraziata per il grande impegno quotidianamente profuso, hanno evidenziato come la corruzione sia divenuto un fenomeno sistemico, che alberga soprattutto negli appalti pubblici ma di cui non sono scevri altri settori ed ambiti dell’amministrazione, non solo quelli per certi versi ‘scontati’ delle concessioni e autorizzazioni, ma anche altri ‘inattesi’, quali quelli delle attività cd sociali affidate al terzo settore”. Lo dice il presidente dell’Anac Raffaele Cantone in occasione della Relazione annuale al Parlamento, in corso alla Camera.

“La corruzione è cambiata nella sua struttura; essa è sempre più raramente caratterizzata dal rapporto bilaterale fra chi dà e chi riceve ma fa capo e promana da organizzazioni, in qualche caso di tipo mafioso, nel cui ambito si ritrovano, con interessi comuni, pubblici funzionari, imprenditori e faccendieri; un ‘sistema gelatinoso’ in cui si fa persino fatica a dire chi è il corrotto e chi il corruttore“.

Vedi anche

Altri articoli