Uccisi in un blitz due tecnici italiani “Vivi gli altri due”

Terrorismo
Cattura

I corpi non ancora recuperati, in un video le conferme. Versioni contraddittorie: “Usati come scudi umani”. “Trovati con le armi in mano”

Forse sono stati usati come «scudi umani». Usati e uccisi. Fausto Piano e Salvatore Failla, due dei quattro dipendenti della Bonatti rapiti in Libia nel luglio del 2015, sarebbero morti durante una sparatoria nella regione di Sabratha. A riferirlo è la Farnesina. «Relativamente alla diffusione di alcune immagini di vittime di sparatoria nella regione di Sabratha in Libia, apparentemente riconducibili a occidentali e in assenza della disponibilità dei corpi – si legge in una nota del ministero degli Esteri – potrebbe trattarsi di due dei quattro italiani, dipendenti della società di costruzioni Bonatti, rapiti nel luglio 2015 e precisamente di Fausto Piano e Salvatore Failla».

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli