Tutti figli italiani. Sono 800mila i nuovi cittadini

Diritti
Una cinquantina di immigrati e aderenti ai Centri sociali hanno manifestato davanti alla Prefettura di Napoli. Tra gli immigrati vi erano i componenti del Gruppo di 18 immigrati allontanati da una struttura di accoglienza a Terzigno (Napoli), dopo che i proprietari avevano denunciato di essere stati aggrediti, e successivamente accolti dalla Chiesa Valdese. I manifestanti hanno esposto uno striscione con la scritta "siamo tutti uguali", 5 Agosto 2015. ANSA/CESARE ABBATE

Con il sì allo Ius soli riconosciuti i diritti dei minori nati in Italia da coppie straniere. L’ira della Lega: cittadinanza regalata, subito il referendum

Frequentano le nostre scuole, parlano l’italiano e scherzano in dialetto, giocano nei nostri quartieri e tifano le squadre azzurre, hanno probabilmente gli stessi sogni e gli stessi capricci dei bambini nati da famiglie italiane. Sono circa 700mila i minori figli di stranieri che potrano diventare i «nuovi italiani» quando la legge sulla cittadinanza, passata martedì alla Camera, sarà approvata anche in Senato. Bambini nati in Italia o arrivati prima di compiere 12 anni. A questi si aggiungono circa 130mila «over 20» per i quali la legge sarà retroattiva.

Per continuare a leggere, abbonati online.

 

Vedi anche

Altri articoli