Naufragio nel Mar Egeo: almeno 19 migranti morti, tra loro 6 bambini

Immigrazione
epa04964351 Sea full of rubber rings for migrants on the sea near Skala Sikaminias, Lesbos island, Greece, 05 October 2015. An estimated 100,000 refugees and migrants arrived on the Greek islands during August, according to the Hellenic Coast Guard  EPA/FILIP SINGER

L’imbarcazione in legno si è capovolta a causa del mare agitato, due miglia al largo delle coste turche

L’ennesima tragedia in mare, a causa delle acque agitate, ha portato alla morte di 19 migranti, tra questi anche sei bambini.  E’ stato un naufragio ieri mattina al largo di Izmir a provocare il rovesciamento dell’imbarcazione: la guardia costiera turca ha tratto in salvo 21 persone, ma c’è un numero imprecisato di dispersi e continuano le ricerche di eventuali sopravvissuti.

Intanto a Porto Empedocle si sono concluse nel pomeriggio le operazioni di sbarco di 661 migranti (tra cui 103 donne e 12 minori), tratti in salvo dalla nave della Guardia Costiera in sei diverse operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia. I migranti provengono in prevalenza da paesi dell’Africa subsahariana, Afghanistan e Pakistan; tra loro anche sette presunti scafisti, identificati dal personale della Guardia Costiera e consegnati all’arrivo alla Polizia.

 

Vedi anche

Altri articoli