Trattati di Roma, ecco il piano per il 25 marzo

Roma
manifestazioni-del-25-marzo2_cortei

Attesi nella capitale cortei che richiameranno oltre 25 mila persone. Massima allerta per black bloc e terrorismo

Roma prova a disinnescare la paura terrorismo pianificando in ogni dettaglio le celebrazioni per il sessantesimo anniversario della firma dei trattati di Roma in programma questo sabato 25 marzo.

La polizia di Stato ha reso pubblico il piano operativo delle zone di sicurezza e il percorso che i cortei previsti dovranno percorrere nella stessa giornata in cui, nella Capitale, arriveranno decine di capi di Stato europei

Alle due piccole manifestazioni statiche, quella di Fratelli d’Italia a largo Angelicum e quella del Partito comunista a piazzale Tiburtino, si aggiungono i quattro cortei, tutti sotto stretta osservazione per paura di infiltrazione da parte dei black block in arrivo da tutta Europa. In tutto sono previste circa 26 mila persone. I punti di maggior concentrazione saranno quelli previsti dal tracciato come punti di incontro dei vari cortei. Il primo all’ombra dell’Arco di Costantino, nei pressi del Colosseo, e il secondo in piazza Bocca della Verita. Infine, il terzo, meno consistente ma in una posizione più delicata lungo via dei fori imperiali, all’altezza del largo Romolo e Remo.

I cortei orbiteranno intorno alla zona principale delle celebrazioni, contraddistinta non da una zona rossa, ma da due zone controllate, una blu ed una verde.

manifestazioni-del-25-marzo2

Clicca sulla foto per ingrandire

La zona verde interesserà via 4 novembre, largo Magnanapoli, via Nazionale, piazza delle Repubblica fino a via del Corso lungo tutta via del Tritone. Nell’area, operativa dalle ore 7 del 24 marzo, non ci sarà interdizione al traffico, ma in ciascuno dei 18 varchi di accesso è previsto un presidio di polizia con funzioni di controllo ed identificazione di personaggi di interesse. Nessuna manifestazione è consentita nell’area verde.

La zona blu ospiterà il cuore delle celebrazioni e all’interno di essa sono previste le misure più stringenti. La zona include tutta piazza Venezia, Piazza dell’Ara Coeli, Piazza San Marco, via Petroselli fino a via delle Tre Pile e si chiude attraverso i Fori Imperiali e piazza Madonna di Loreto. Quest’area, sarà presidiata sin dalla mezzanotte del 24 marzo, mentre, dalle ore 24 dello stesso giorno scatteranno le interdizioni al traffico delle auto e dei pedoni per le bonifiche che avverranno nella notte che precede il vertice.

Vedi anche

Altri articoli