Strage di Nizza, la Farnesina conferma: sei italiani tra le vittime

Terrorismo
Nella combo gli italiani dispersi nell'attacco del 14 luglio 2016 a Nizza. Da sinistra:Angelo D'Agostino , Gianna Muset ,Carla Gaveglio ,  Maria Grazia Ascoli e Mario Casati. Roma, 17 luglio 2016. ANSA/

“Stiamo accelerando le procedure per la restituzione e il rimpatrio delle salme”, ha annunciato il console a Nizza, Serena Lippi

E’ salito a 6 il numero degli italiani morti nella strage di Nizza. La Farnesina ha riferito che nel corso della notte le autorità francesi hanno formalizzato l’avvenuto riconoscimento di ulteriori quattro connazionali: Carla Gaveglio, Maria Grazia Ascolti, Gianna Muset, Angelo D’Agostino e il ventenne italo-americano Nicolas Leslie. Ieri era stato identificato Mario Casati, novantenne residente a Milano ma originario della Brianza. Casati si trovava a Nizza con la compagna Maria Grazia Ascolti. La coppia al momento dell’attentato si trovava sulla promenade des Anglais con Casati, con gli amici Angelo D’Agostino e Gianna Muset. I quattro stavano guardando i fuochi d’artificio pochi minuti prima di essere falciati dalla furia omicida di Bouhlel.

Carla Gaveglio, invece, era con la figlia, che l’ha vista per l’ultima volta mentre veniva caricata – cosciente – su un’ambulanza. Da quel momento di lei non si avevano notizie e il suo nome era stato inserito nella lista dei dispersi. La figlia quattordicenne è ancora ricoverata all’ospedale Pasteur di Nizza.

Il ministro Gentiloni e la Farnesina hanno espresso vicinanza e solidarietà ai famigliari e agli amici delle vittime dell’attentato. Le famiglie sono state informate e stanno ricevendo assistenza da parte del personale del Consolato italiano e dell’Unità di crisi. Il Consolato, inoltre, sta “accelerando le procedure per la restituzione e il rimpatrio delle salme” e “sta seguendo attentamente il dossier e ogni singola situazione. Le autorità francesi ci hanno assicurato che opereranno con la massima urgenza”, ha annunciato il console generale a Nizza, Serena Lippi.

Resta ricoverato in rianimazione Andrea Avagnina, 53 anni, un altro degli italiani coinvolti nell’attentato. A confermare la notizia è stato il Comune di San Michele Mondovì, nel cuneese, dove l’uomo è consigliere comunale. Ritrovata viva anche sua moglie Marinella Ravotti, infermiera di 55 anni, data inizialmente per dispersa.

Vedi anche

Altri articoli