Tra nazismo, razzismo e contraddizioni: i peggiori tweet di Trump

Usa2016
Un'immagine ripresa dall'account Twitter 'ilduce2016' mostra una foto di Mussolini con i capelli biondi di Donald Trump.     TWITTER
+++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO? ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L?AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++

L’ultimo è quello, poi rimosso, in cui compare la Stella di Davide su uno sfondo di dollari, ma ce ne sono altri da non dimeticare

Non riesce a stare per troppo tempo senza dire cose fuori luogo. E se non si tratta di dichiarazioni sono tweet. Anche sui social, infatti, Donald Trump fa spesso discutere, come già successo sabato scorso. Il candidato repubblicano ha infatti twittato un meme in cui compare il volto della democratica Hillary Clinton su uno sfondo di dollari e a fianco a quella che chiaramente era una Stella di Davide in cui compare la frase “La candidata più corrotta di sempre”; un’immagine ripresa da un sito di suprematisti bianchi, come scoperto da Mic.com.

trump_clinton

E non è la prima volta, fa notare anche il Washington Post, che Trump condivide un contenuto di qualche gruppo di estrema destra. Il milionario americano ha successivamente cancellato il tweet e ha nuovamente twittato l’immagine della Clinton, modificando però la Stella di Davide in un semplice cerchio. Il danno, però, ormai era fatto. Come già successo con altri suoi tweet, anche questo ha scatenato le ire e le accuse di tantissimi statunitensi che accusano ora Trump di avere idee vicine a quelle dei suprematisti bianchi.

Oltre a questa gaffe, su Twitter – ricorda il sito di notizie Mic.com – il magnate Usa si è messo nei guai più di una volta a causa di dichiarazioni politicamente scorrette postate sul social network.

Il primo citato dal sito di notizie è il tweet scritto in occasione della strage di Orlando.

“Apprezzo le congratulazioni per essere nel giusto sul terrorismo dell’Islam radicale, ma non voglio congratulazioni, voglio durezza e vigilanza”. Frase considerata decisamente fuori luogo nel momento in cui si piangevano le vittime del terribile attentato avvenuto nel locale gay.

Poi c’è il tweet scritto in occasione della morte del campione di box Muhammad Ali. Il tweet in se non contiene gaffe, ma molti hanno ricordato una sua dichiarazione di pochi mesi prima contro Obama che aveva ricordato l’importanza dei neri e dei musulmani nel mondo dello sport. “Di quali sport parla, e di chi?”, si era chiesto a dicembre il milionario americano.

O pure quella volta che per rendere omaggio alla giornata del Cinco de Mayo, festività celebrata sia in Messico che negli Stati Uniti, Trump ha postato una sua foto di fronte a un taco bowl e scrivendo: “Amo gli ispanici!”. Dopo aver basato tutta la sua campagna elettorale sull’odio nei confronti delle comunità latinoamericane negli Usa…

E non si era fatto mancare neppure la citazione di una frase di Benito Mussolini. In realtà si trattava di una frase attribuita solo erroneamente al Duce. Ma anche in quel caso, il candidato repubblicano aveva creato non poche polemiche.

Vedi anche

Altri articoli