Totonomi per il dopo-Marino: la stampa scommette su tecnici e imprenditori

Roma
campidoglio

Da Moretti a Malagò, passando per Montezemolo, ma spuntano anche i nomi di Cantone e Sabella

I nomi certi sono soprattutto quelli di chi avrebbe già detto di no. I giornali in edicola oggi, ipotizzando i possibili candidati politici per il dopo Marino a Roma, ripetono tutti tre-quattro nomi all’interno del Pd: i ministri Paolo Gentiloni, Marianna Madia, Dario Franceschini e il vicepresidente della Camera Roberto Giachetti. Tutti nomi da escludere, secondo prime indiscrezioni e qualche dichiarazione. Al di fuori della politica, invece, i nomi più quotati sono l’imprenditore Alfio Marchini, conteso da destra e sinistra, e il presidente del Coni Giovanni Malagò. “Ma si sa – scrive Emilia Patta sul Sole 24 Ore – che Renzi predilige la scelta politica, ove possibile”.

Preferenze del premier a parte, “le ipotesi che circolano sono di personalità estranee alla politica” come Raffaele Cantone, scrive Maria Teresa Meli sul Corriere della Sera, secondo la quale il numero uno dell’Anticorruzione sarebbe “un modo per spuntare l’arma grillina”. L’ipotesi Cantone è riportata anche da Laura Cesaretti sul Giornale. Gabrielli è un altro nome – poco probabile – che ricorre su tutti i giornali, anche se “Renzi – scrive Alberto Gentili sul Messaggero – sarebbe disposto a corteggiarlo ugualmente”.

Sempre fuori dalla politica, Goffredo De Marchis dalle pagine de La Repubblica, propone, oltre a Marchini e Malagò, anche qualche nome diverso: tra i tecnici, l’ad di Finmeccanica Mauro Moretti e Luca Cordero di Montezemolo. Nel mondo politico, De Marchis fa anche riferimento a Fabrizio Barca “ma – scrive – ha maggiori possibilità Marianna Madia”. Il giornalista non esclude nemmeno tentativi con Linda Lanzillotta o Walter Tocci, “cercando un candidato di sinistra che annulli problemi con gli alleati” o ancora l’ex assessore alla legalità Alfonso Sabella.

Anche La Stampa torna sui nomi che in queste ore stanno circolando di più – Gabrielli o l’appoggio a Marchini – ma non esclude un nome esterno, proveniente dalla società civile che rappresenti bene la città, il cosiddetto “teorema Proietti o Verdone”.

Vedi anche

Altri articoli