“Torniamo a casa, è la nostra festa”. Renzi prova a tenere fuori le polemiche dalla Leopolda 6

Leopolda 2015
leopolda 6

“Chi vuole parlare di correnti, può restare a casa”, scrive il premier, che stasera aprirà la kermesse. Ci sarà anche Maria Elena Boschi, che smentisce una sua presunta defezione

“La Leopolda è fatta da persone che credono molto in quello che fanno ma sanno vivere con leggerezza le proprie responsabilità, senza prendersi troppo sul serio”. È una eNews di benvenuto quella che Matteo Renzi invia ai propri follower a poche ore dall’inizio della sesta edizione della kermesse fiorentina. Annuncia cosa ci sarà (“faremo il referendum sulle cose migliori e peggiori fatte dal governo ma anche sulle prime pagine più ridicole che ci hanno riguardato in questi mesi”) e, soprattutto, cosa non ci sarà: “Chi viene per parlare di correnti, discussioni interne, posti di potere – scrive subito – può restare a casa. Alla Leopolda sono di casa le idee, i sogni, anche le critiche”.

Si parte alle 20.30, con una sorta di ‘dove eravamo rimasti’, parlando di “cosa è accaduto dalla Leopolda dell’anno scorso”. Attenzione, quindi, rivolta soprattutto all’azione del governo: “Cosa stiamo facendo? Quali risultati? Approfondiremo soprattutto lavoro, economia, legge elettorale, scuola, tasse, flessibilità, cultura e turismo”. Per ciascun argomento sarà proiettato un video, che spiega i risultati ottenuti dal governo, sotto forma di infografiche dallo stile molto semplice.

Domani spazio agli interventi dei ‘leopoldini’, che tornano a essere i grandi protagonisti dell’appuntamento: “La consueta sfilata di persone speciali, che non sono vip ma persone che si impegnano nella quotidianità”. I vip, inutile dirlo, ci saranno, ma non saranno loro i protagonisti, come qualche giornale aveva ipotizzato nei giorni scorsi. Più importante per il premier è dare spazio al ‘popolo’ leopoldino e allo ‘spirito’ di cui è portatore: “Per noi – scrive nell’eNews – è una festa, come tornare a casa, da dove tutto è cominciato. Uno spazio fisico ma soprattutto un luogo dell’anima per chi crede che fare politica sia una cosa bella, un servizio a tempo, un impegno civile”. Nel pomeriggio di domani toccherà ai ministri essere interrogati dai giovani presenti all’ex stazione, per il question time che rappresenta la novità nel format di quest’anno.

La presenza di Renzi dovrebbe essere garantita per tutti i tre giorni. Il suo arrivo è previsto stasera intorno alle 20.3o e non mancherà un saluto dal palco, per dare il segno dell’evento. Anche Maria Elena Boschi ha voluto smentire indiscrezioni che parlavano di una sua assenza, legata alle polemiche che la stanno riguardando, in merito al decreto salva-banche. È possibile che arrivi in ritardo, per il prolungarsi dei lavori a Montecitorio, ma anche lei sarà presente all’intera tre-giorni.

Vedi anche

Altri articoli