Torna PSY, il fenomeno miliardario di “Gangnam Style”

Musica
Schermata 12-2457364 alle 11.08.22

Due nuovi video e un disco di inediti per il rapper sudcoreano che ha ottenuto 2,4 miliardi di visualizzazioni su YouTube

Torna PSY con due nuovi video e un album di canzoni inedite: “Chiljip PSY-Da”, che tradotto significa “Il settimo disco di PSY”. Uno dei due singoli di lancio si intitola Daddy, mentre il secondo video è quello di Napal Baji. Il disco vede diverse prestigiose collaborazioni internazionali, tra cui quelle con Ed Sheeran e Will.I.Am; tutti gli ingredienti sonori che hanno reso celebre il cantante sono qui presenti: dal groove sfacciato ai tipici balli da villaggio turistico che accompagnano i ritmi dance del rapper sudcoreano.

Famoso in tutto il mondo per quella Gangnam Style che ha ampliato i confini del concetto di virale, totalizzando 2,4 miliardi di visualizzazioni, PSY è l’artista commerciale di maggior successo sulle piattaforme online.
Collegate a lui conserviamo le immagini di giganteschi concerti a Seoul e soprattutto di folle che eseguono i suoi caratteristici passi di danza durante flash mob improvvisati un po’ ovunque.

Per quel che riguarda Daddy, pare che Michael Bublè dopo aver guardato il video, visualizzato già 32 milioni di volte su Youtube, abbia detto “Se questa è la musica che fa successo, allora io, a 40 anni, non capisco più nulla”. Il video è come al solito molto movimentato: c’è il volto del cantante sudcoreano montato sul corpo di un bambino che balla, ci sono tante coreografie da imitare e c’è un ritmo che vuole fastidiosamente contagiarti.

Trentasette anni, una dichiarata (e speriamo superata) dipendenza dall’alcol, PSY si dice sicuro che ci siano poche possibilità di bissare il successo ottenuto tre anni fa: dischi d’oro e di platino ovunque, premio per il miglior video agli European Music Awards di Mtv; una PSY mania che ha contagiato tutto il mondo. Quest’ultimo è forse l’aspetto più impressionante: la sua canzone che parla del distretto di Seoul chiamato Gangnam, quartiere ricco e alla moda della città, in breve lo ha proiettato al successo planetario, e tutto il mondo ha conosciuto non solo lui ma anche il suo luogo di provenienza; Park Jae-sang Park (questo il vero nome del rapper) infatti sa bene di cosa parla quando canta Gangnam Style: viene da lì, è figlio di un imprenditore che lo ha mandato a studiare economia negli Usa. La leggenda vuole che abbia usato tutto il denaro inviatogli dal padre, con l’intento di farlo studiare, per comprare strumenti musicali, fino a diplomarsi al Berklee College of Music di Boston: una volta tornato in Corea il ragazzo ha esordito con il primo dei suoi cinque dischi.

Il papà e la nonna di PSY sono i principali azionisti di un’impresa hi-tech quotata alla borsa sudcoreana e quando PSY ha sbancato il botteghino i titoli dell’azienda sono saliti del 30%. La nonna a quel punto ha liquidato immediatamente una parte del suo pacchetto azionario guadagnando un bel po’ di soldi.

Chissà se il rapper sudcoreano riuscirà anche questa volta ad imporre i suoi ritmi tamarri conquistando tutti: intanto vi mostriamo il secondo video che anticipa il suo nuovo album, Napal Baji, letteralmente zampa di elefante: e in effetti i richiami agli anni ’70 la fanno da padrone…

Vedi anche

Altri articoli