“Tiramisù”, la comicità garbata di Fabio De Luigi al suo esordio da regista

Trailer
Schermata 02-2457442 alle 16.09.43

Esce giovedì nelle sale il primo film da regista del comico romagnolo, con Vittoria Puccini nei panni di una insuperabile cuoca di tiramisù

Schermata 02-2457442 alle 16.04.28Una comicità garbata, lontana dalla volgarità e da cadute di tono, è la cifra stilistica con la quale Fabio De Luigi esordisce da regista al cinema. Tiramisù, commedia di cui l’attore è anche interprete principale e sceneggiatore, racconta le vicende di un rappresentante di prodotti farmaceutici, Antonio, individuo piuttosto goffo e senza particolari ambizioni, che diventa protagonista di un’inattesa scalata al potere. Il famoso dolce che dà il titolo al film, di cui la moglie del protagonista è un’insuperabile cuoca, consente ad Antonio di ottenere una rivalsa sociale ma, allo stesso tempo, lo porta a perdere l’innocenza, rendendolo gradualmente irriconoscibile agli occhi delle persone care.

De Luigi assicura che “anche se il film mette in scena un mondo pieno di corruzione, viene raccontata anche la parte più sana della nostra realtà, come nel caso del pediatra interpretato da Pippo Franco”. Inoltre non c’è nulla di autobiografico nella pellicola perché “se avessi avuto una storia nel cassetto da raccontare non mi sarei certo esposto al primo film da regista, vista l’inesperienza nel ruolo”.

Nei panni della moglie del protagonista, Aurora, c’è la bellissima Vittoria Puccini; l’attrice è molto soddisfatta del proprio ruolo e del film: “Il mio personaggio è una donna innamorata che sostiene il suo uomo: e quando lui perde la sua ingenuità non lo riconosce più. Tiramisù è un film pulito ed elegante, che potrò far vedere senza problemi anche a mia figlia”.

La pellicola, prodotta d Colorado Film, uscirà nelle sale giovedì 25 Febbraio, distribuita da Medusa in oltre 400 copie. Ecco il trailer ufficiale.

Vedi anche

Altri articoli