Falso allarme sul volo Air France: trovata una scatola con un timer

Terrorismo
air france_

Sul volo partito da Mauritius e diretto a Parigi c’erano a bordo 459 passeggeri e 14 membri dell’equipaggio

L’oggetto trovato in una toilette del Boing 777 dell’Air France non costituiva minaccia né per il volo né per i passeggeri. A confermarlo è stato il Ceo della compagnia francese, Frederic Gagey, dopo l’allarme lanciato da una hostess che aveva rinvenuto un oggetto sospetto nel bagno del velivolo. Nella toilette dell’aereo, infatti, è stata ritrovata una scatola di cartone con un timer.

L’aereo, il volo AF 463, decollato dalle Mauritius e diretto a Parigi, è stato fatto atterrare al Moi International Airport e i passeggeri sono stati evacuati in sicurezza dagli scivoli dell’aereo mentre gli artificieri sono intervenuti per recuperare l’oggetto incriminato. Partenze e arrivi all’aeroporto di Mombasa hanno subito ritardi a causa dell’allerta. Durante il volo, uno dei passeggeri aveva scoperto il dispositivo in una delle toilette del mezzo ed era stata avviata velocemente la procedura per un atterraggio di emergenza.

Le dichiarazioni del numero uno di Air France concordano con le ultime notizie fatte circolare da France Info che mettevano in dubbio la minaccia esplosiva. Secondo la testata, infatti, l’oggetto rinvenuto sarebbe invece “un oggetto fittizio costituito da diversi oggetti ripartiti in piccoli sacchetti portati da due persone della stessa famiglia che erano salite a bordo dell’aereo”. Gagey ha poi precisato che il presunto ordigno era in realtà composto da cartone, carta e un timer. Componenti innocui, ma dal chiaro intento intimidatorio.

Al momento sono cinque i passeggeri in arresto. Se gli inquirenti confermeranno la loro colpevolezza, sarà importante capire, ha detto l’amministratore delegato di Air France, “perché lo ha fatto”. Si è trattato di un atto “estremamente aggressivo per questo speriamo che la procura chiarisca al più presto”.

Vedi anche

Altri articoli