Tensione a Napoli, scontri tra tifosi polacchi e polizia

Ultim'ora
Tens of Legia Varsavia Polish supporters stopped by Italian Police for identification at Naples Central Railway station after the clashes with SSC Napoli supporters, 10 December 2015.  ANSA / CIRO FUSCO

Dopo gli scontri di ieri sera, altri tafferugli che vedono protagonisti i tifosi del Legia Varsavia

Dopo gli scontri di ieri sera, alcuni tafferugli sono avvenuti poco fa all’esterno dello stadio San Paolo di Napoli all’arrivo di un gruppo di tifosi del Legia Varsavia. I tifosi, una dozzina, hanno lanciato oggetti contro le forze dell’ordine che hanno risposto con un’azione di alleggerimento.

Subito dopo il gruppo di tifosi è entrato nel settore dello stadio a loro riservato. Un secondo gruppo di tifosi polacchi, circa 70, giunti a bordo di un pullman, è entrato invece nello stadio senza incidenti. Il grosso dei supporter del Legia Varsavia, circa 800 quelli previsti per la partita di Europa League, è ancora atteso. Polizia e carabinieri, in assetto antisommossa, sono stati fatti scendere dai mezzi e fatti schierare. Alcuni petardi sono stati esplosi in piazzale Tecchio.

Altri tafferugli sono avvenuti tra un altro gruppo di tifosi, armati di mazze e con il volto coperto da passamontagna, e le forze dell’ordine, in via Giovanni Chiarini, una traversa di piazzale Tecchio. La polizia ha fronteggiato e respinto gli ultrà che cercavano di arrivare nella piazza. Alcuni petardi sono stati esplosi e i commercianti hanno abbassato le saracinesche dopo un fuggi-fuggi generale.

Vedi anche

Altri articoli