Su Muraro “risposte lacunose”: Raggi non convince le opposizioni

Roma
ANSA/ANGELO CARCONI

Non è una questione di competenza, spiegano, ma di sapere se c’è o meno un conflitto di interessi

Paola Muraro? Per Virginia Raggi è “competente” per il suo precedente ruolo in Ama, ma, chiede la sindaca, “forse è diventata troppo scomoda?”.

Per le opposizioni, oggi in Campidoglio per il Consiglio straordinario sui rifiuti durato sette ore e mezza, il problema non è questo, ma il ruolo passato e quello attuale dell’assessora all’Ambiente. C’è o non c’è un conflitto di interessi. La questione, quindi, non è giudiziaria (secondo molti esponenti del M5s Muraro dovrebbe dimettersi se fosse indagata), né tantomeno di competenza acquisita dall’assessora, ma puramente politica? È il caso che una persona che ha lavorato all’interno di Ama ora rivesta il ruolo di assessore all’Ambiente, gestendo, tra le altre cose, i rapporti con la municipalizzata?

“Raggi – ha detto l’ex candidato sindaco Roberto Giachetti intervenendo nell’aula Giulio Cesare – deve smettere di fare campagna elettorale e spiegare ai romani che cosa vuole fare. Un’assemblea straordinaria non è uno schiaffo in faccia, ma un’occasione per farci capire che cosa volete fare, altrimenti come si fa a giudicare dove lei e la sua giunta volete portare la città? Lei non può continuare a dire ‘lo avete fatto anche voi’, dovete spiegare se lei ritiene del tutto infondate le accuse di conflitto d’interesse all’assessore che muoviamo”.

ANSA/ANGELO CARCONI

Anche secondo Stefano Fassina di Sinistra Italiana la questione è proprio collegata a un eventuale conflitto di interessi e i consiglieri di Fratelli d’Italia hanno protestato con cartelli che mostravano una foto di Muraro con la scritta “Medaglia d’oro per le consulenze”.

Una questione delicata su cui le opposizioni hanno chiesto quindi maggiore chiarezza, anche con un’interrogazione presentata nei giorni scorsi dal Pd. Le risposte di Raggi su Muraro, però, non sono state giudicate soddisfacenti perché “lacunose e non sufficienti”, ha detto la capogruppo dem Michela Di Biase.

“Io chiedo quale ruolo ha avuto Muraro rispetto ad Ama – ha aggiunto Di Biase – e mi viene risposto che lavorava per Federambiente. Vorrei capire come si sarebbe comportato il M5S se questi accadimenti avessero riguardato un membro del Pd. Vorrei capire come vi sareste comportati voi se un assessore del Pd si fosse recato con il vicepresidente di una commissione bicamerale che si occupa di rifiuti a parlare di una questione delicata come il tritovagliatore di Rocca Cencia”.

Secondo il Pd, quindi, non c’è stato quel chiarimento richiesto e per il quale è stato richiesta la convocazione del Consiglio comunale straordinario. “Il sindaco a domande precise dà risposte generiche addossando tutta la colpa ad Ama e alle amministrazioni precedenti e poi si prende come assessore chi ha guidato e ispirato quei processi per 12 anni. Prendiamo atto del forte imbarazzo che serpeggia all’interno M5s – ha proseguito Di Biase – ma ci chiediamo: dov’è Di Battista oggi? Perché non è in Aula a gridare ‘onestà onestà’? Non se l’è sentita di tornare a farlo appena due mesi dopo?”.

Intervenendo di nuovo nel pomeriggio, la consigliera dem ha lamentato l’assenza della sindaca allontanatasi dall’aula Giulio Cesare. Da lì è partito un botta e risposta con il presidente dell’Assemblea Marcello De Vito che ha dichiarato: “La giunta c’è”. “Presidente, inforchi gli occhiali”, ha replicato Di Biase al cinquestelle, evidenziando che per una lunga fase della riunione mancavano sia Raggi che Muraro.

“Senza fare proclami – ha poi dichiarato Di Biase – la sindaca chiarisca qual è la sua responsabilità, perché noi le nostre le conosciamo bene. Da lei mi aspetto una risposta puntuale e non un’altra relazione di 45 minuti in cui non viene detto nulla”.

Alla fine l’Aula Giulio Cesare ha respinto l’ordine del giorno presentato da Fratelli d’Italia che chiedeva a Raggi di revocare l’incarico a Paola Muraro, ma di certo le prossime mosse dell’assessora saranno seguite con grande attenzione.

Vedi anche

Altri articoli