“Stasera Casa Mika”, calano gli ascolti ma cresce l’apprezzamento

Televisione
schermata-11-2457716-alle-18-17-34

Lo show del cantante non riesce a bissare il successo della prima puntata, ma il pubblico continua ad apprezzare un programma capace di rispolverare, attualizzandola, la vecchia formula del varietà all’italiana

Cosa c’è dietro il grande successo di Stasera Casa Mika, che tra buoni dati di ascolto e commenti entusiastici dei telespettatori, sta diventando il vero e proprio fenomeno televisivo di questo autunno? Forse la capacità di coniugare l’intrattenimento di qualità con un notevole share, la musica con i temi più impegnati, gli ospiti illustri con i racconti dell’Italia: “Che cos’hanno gli italiani da imparare sul loro Paese e su loro stessi? – ha dichiarato Mika alla vigilia della prima puntata – Non lo so, io non ho questa voglia pedagogica. Non voglio insegnare le cose alla gente. Non mi interessa per niente. Io guardo l’Italia, interagisco con la cultura italiana anche parlando di cose serie, senza cercare di spiegare o giustificare, solo raccontare attraverso i miei occhi e la mia cultura”. Ed è con questo spirito che il cantante di origine libanese ha realizzato gli incontri speciali in viaggio tra il nord e il sud del nostro paese, che durante ogni puntata vedono Mika avere a che fare con l’Italia e con gli italiani: ieri, per esempio, alla guida di un taxi nel traffico napoletano, trasportando ignari e meravigliati clienti alle prese con un conducente “speciale”.

schermata-11-2457716-alle-18-23-51Bambino dall’infanzia travagliata e poi ragazzo prodigio, Mika non difetta di talento ma sicuramente ciò che gli dà una marcia in più è la sua maniacale dedizione al lavoro, una spinta a migliorarsi e non lasciare nulla al caso, corroborata dal grande supporto della madre, che gli fa da manager e da stylist e con la quale dichiara di avere da sempre un “meraviglioso e conflittuale rapporto”. Ma oltre alle doti del suo presentatore, lo show che conduce ha ritmo e verve, e riesce a richiamare i fasti del varietà televisivo italiano di una volta; in questo senso, da più parti si è fatta notare la stranezza del fatto che “il ricordo più bello della tv italiana del passato sia di un artista non italiano di oggi”: e se, per certi versi, la trasmissione dello scorso aprile condotta da Laura Pausini e Paola Cortellesi aveva fatto da apripista ad un certo tipo di televisione dal gusto retrò ma con gli occhi puntati sul contemporaneo, allo stesso tempo Casa Mika riesce a mantenere una forte cifra personale. “È merito di una bella squadra e degli ospiti che portano questo spirito” si schermisce Mika, quando gli fanno notare come sia l’anima dello show; a interpretare il non facile ruolo di “coinquiline” del conduttore ci sono infatti l’elegante Sarah Felberbaum, la cui intesa con Mika sembra perfetta (“Se dovessi descrivere Mika con un aggettivo direi sicuramente colorato, gioioso” ha dichiarato recentemente l’attrice) e la divertente Virginia Raffaele, nei panni di Paula Gilberto do Mar, eccentrica poetessa brasiliana che irrompe in casa di Mika.

 

Nonostante la flessione negli ascolti di ieri sera ( 2.496.000 per il 10.44 di share contro il 14 per cento fatto registrare nella puntata d’esordio), monopolizzati dalla partita della Juventus in Champions League e dal film su Lucia Annibali, non sono mancati lusinghieri apprezzamenti allo show ; quello più gradito ad opera di Jovanotti: “Ieri sera a #casamika – ha scritto Lorenzo Cherubini sulla propria pagina facebook – lo show di Rai Due del fantastico Mika, hanno fatto una versione de “L’ombelico” che mi ha emozionato, non lo sapevo e non me l’aspettavo. La Banda Rulli Frulli è ufficialmente invitata ad un mio concerto un giorno quando sarà per rifarla sul palco live ok? Grazie anche a nome della mia canzone che quest’anno compie 21 anni ed è in grande forma!”.

Vedi anche

Altri articoli