Stabilità, Alfano: “Non si torna indietro su casa e contante”

Legge di Stabilità
Il Ministro dell'Interno Angelino Alfano (d) e il Ministro delle Infrastutture Maurizio Lupi alla Camera durante l'informativa urgente in relazione alle vicende giudiziarie che hanno interessato alcuni dirigenti del Ministero, Roma 20 Marzo 2015. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Il leader di Ap mette i paletti sulla legge di stabilità: “Capisco che sono crollati alcuni totem della sinistra, ma siamo un governo di coalizioni: se ne facciano una ragione”

Questo è un Governo di coalizione, vogliamo dirlo con chiarezza al Pd“. E’ quanto afferma il leader di Ap Angelino Alfano nel corso di una conferenza stampa in cui presenta gli emendamenti della sua area politica alla legge di stabilità. “Sappiamo che sono stati infranti alcuni totem del Pd e della sinistra: se ne facciano una ragione. Non si torna indietro su casa e contante”.

Anche il presidente dei deputati di Ap, Maurizio Lupi, riferendosi alle dichiarazioni di ieri del presidente del Pd, ha detto che “Orfini deve ricordarsi che questo è un Governo di coalizione e non a guida monocratica del Pd. Il presidente del Consiglio fa una giusta sintesi delle proposte migliori e le condivide. I due pilastri di Imu-Tasi e contanti possono essere migliorati ma non tolti dal Ddl di stabilità”

Vedi anche

Altri articoli