Roma e Torino al M5S, il Pd vince a Milano e Bologna. Plebiscito per De Magistris a Napoli – LIVEBLOG

Ballottaggi
Un centinaio di attivisti del Movimento 5 Stelle, partiti da piazza Carlo Alberto, sede del Museo del Risorgimento, sta percorrendo in corteo le vie del centro di Torino per raggiungere il Municipio, 19 giugno 2016. I manifestanti sventolano bandiere pentastellate e scandiscono a gran voce il nome di Chiara Appendino e ripetono "Onestà, onestà'".
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Nella Capitale la Raggi stacca Giachetti di più di 30 punti. A Torino la Appendino vince a sorpresa. A Milano A Napoli vince De Magistris, a Bologna Merola

 

Ore 00,33 – I due capoluoghi di provincia del Friuli Venezia Giulia vanno entrambi al Centrodestra

pordenone_00.32

 

trieste_00.33

Ore 00,29 – Beppe Sala annuncia la vittoria elettorale a Milano

Ore 00,26 – Una “sconfitta netta e senza attenuanti a Roma e Torino contro le candidate M5s” e una “vittoria chiara e forte a Milano e Bologna contro i candidati delle destre”. E’ l’analisi del Pd ai ballottaggi.

Ore 00,24 – Le prime parole di Roberto Giachetti dopo la sconfitta elettorale

Ore 00,14 – I dati reali di Varese

varese_00.10

Ore 00,09 – I dati reali di Milano

milano_00.07

Ore 00,07 – I dati reali di Bologna

bologna_00.06

Ore 23,58 – I dati reali di Roma

roma_23.53

Ore 23,54 – I dati reali di Trieste (124 sezioni su 238)

trieste_23.49

Ore 23,43 – I primi dati reali di Torino (209 sezioni scrutinate su 919)

torino_23.39

Ore 23,36 – Prime proiezioni Ipr per la Rai (copertura al 5%)

Roma – Raggi 67,5%, Giachetti 32,5%

Milano – Sala 51,9%, Parisi 48,1%

Torino – Appendino 56,7%, Fassino 43,3%

Napoli – De Magistris 67%, Lettieri 33%

Bologna – Merola 54,6%, Borgonzoni 45,4%


23.30 – Ecco i secondi exit poll Ipr per la Rai

Roma – Raggi 65-69%, Giachetti 31-35%

Milano – Sala 50-54%, Parisi 46-50%

Torino – Appendino 51-55%, Fassino 45-49%

Napoli – De Magistris 62-66%, Lettieri 34-38%

Bologna – Merola 54-58%, Borgonzoni 42-46%

23.20 – Beppe Sala è arrivato al quartier generale di via Plinio dove assisterà allo spoglio delle schede per il ballottaggio che lo vede contrapposto a Stefano Parisi. A chi gli ha chiesto un commento agli exit poll che lo vedono in vantaggio rispetto a Parisi, ha risposto: “La partita è apertissima”, mentre a chi gli chiedeva se avesse già sentito il premier e segretario del Pd, Matteo Renzi, ha risposto: “L’ho sentito ieri”.

23.05 – “Siamo ottimisti”. Così Luigi Di Maio, arrivando al comitato per Virginia Raggi. “Il clima è sempre positivo al di là dei risultati” ha aggiunto il vicepresidente della Camera. Poco dopo è arrivata anche la Raggi a bordo della sua auto.

23.01 – Ecco i primi exit poll Ipr per la Rai

Roma – Raggi 64-68%, Giachetti 32-36%

Milano – Sala 49-53%, Parisi 47-51%

Torino – Appendino 50-54%, Fassino 46-50%

Napoli – De Magistris 61-65%, Lettieri 35-39%

Bologna – Merola 54-58%, Borgonzoni 42-46%


 

23.00 – Chiusi i seggi in tutta Italia

22.50Beppe Grillo dovrebbe seguire gli scrutini nella sede allestita per la notte elettorale all’hotel H10 nel quartiere Ostiense a Roma. Il premier Matteo Renzi, invece seguirà i risultati della amministrative nella sede del Pd a largo del Nazareno.

21.35 –  Davide Casaleggio arriverà al comitato elettorale di Virginia Raggi intorno alle 22.30. Secondo quanto apprende l’Agi il figlio del cofondatore Gianroberto, scomparso lo scorso 12 aprile, ha deciso di essere presente a Roma e partecipare anche lui a quella che si presume sarà una festa a 5 Stelle alla faccia di ogni scaramanzia. Mentre, sempre secondo quanto si apprende, Beppe Grillo potrebbe non esserci. Casaleggio jr dovrebbe arrivare a breve nella sede del comitato.

20.20 – Il dato complessivo sull’affluenza delle 19 conferma una tendenza al ribasso ormai consolidata: ben delineata nelle grandi città e ancora più forte, a meno di smentite possibili ma non probabili, nei capoluoghi di provincia. A Roma la percentuale degli elettori ha toccato il 34,9%, contro il 39,39 del primo turno; flessione di votanti anche a Bologna, con il 41,64% (contro il 46,36 del primo turno), a Milano, dove è andato a votare il 39,72% degli aventi diritto (42,43), a Napoli, con il 25,27% (37,99), Torino, con il 39,15% (41,32) e Trieste, dove si è recato al seggio il 38,19% (42,27). Come anticipato, il dato dell’affluenza nei capoluoghi di provincia evidenzia una frenata piuttosto marcata. A Benevento alle 19 la percentuale dell’affluenza si è fermata al 43,49% (contro il 58,39 del primo turno), a Brindisi al 30,75% (51,59), a Carbonia al 42% (46,88), a Caserta al 23,13% (50,34), a Crotone al 33,21% (54,16), a Grosseto al 42,29% (49,49), a Isernia al 35,17% (51,14), a Latina al 44,05% (53,40), a Novara al 39,57% (46,45), a Olbia al 39,29% (46,12), a Pordenone al 40,77% (50,02), a Ravenna al 39,76% (45,06), a Savona al 39,49% (50,28) e a Varese al 40,81% (al primo turno era la percentuale di affluenza era stata del 45,93%).

19.32 – L’affluenza rilevata alle ore 19 su tutti i 113 comuni al voto (Friuli Venezia Giulia e Sicilia esclusi) si attesta al 36,56%. Al primo turno era del 43,72%

19.22 – Alle 19 l’affluenza registrata a Roma è del 34,90%, al primo turno l’affluenza alla stessa ora era stata del 39,39; a Milano del 39,72%, al primo turno del 42,43%; a Trieste è stata del 38,19% contro il 42,27% del primo turno; A Bologna è stata del 41,64%, al primo turno del 46,36%; a Torino è stata del 39,15% rispetto al 41,31% del primo turno.

19.18 – Quando sono noti i dati relativi a circa 70 comuni sui 113 nei quali si svolgono i ballottaggi per l’elezione dei sindaci (Friuli VG e Sicilia esclusi), l’affluenza alle urne, rilevata alle ore 19 di oggi, va attestandosi intorno al 38%. Il dato è provvisorio e destinato a cambiare, dal momento che non sono ancora affluiti al Viminale i dati relativi all’affluenza nelle grandi città, escluse Napoli e Torino. Al primo turno l’affluenza alle ore 19 negli stessi comuni era stata del 46,75% per cento.

19.15 – Per le comunali a Napoli, l’affluenza delle ore 19 è del 25,27%. Al primo turno, il 5 giugno, aveva votato il 37,99% degli aventi diritto.

19.11 – Alle 19 di oggi l’affluenza alle urne per le comunali a Torino è del 39,15%, in calo rispetto alla stessa ora del primo turno, quando aveva votato il 41,32% degli aventi diritto.

19.07 – E’ attestata intorno al 38% l’affluenza alle urne per l’elezione dei sindaci rilevata alle ore 19. Il dato, riferito a 21 comuni su 113 e diffuso dal ministero dell’Interno, è ancora provvisorio. Al primo turno l’affluenza sempre alle 19 era stata del 47,60%.

18.30 – La Rai fornirà in tv e alla radio una copertura informativa con speciali, approfondimenti, interviste e dirette in onda dopo la chiusura dei seggi. I primi exit poll, elaborati dalle società demoscopiche ”Ipr Marketing” e ”Istituto Piepoli”, sono previsti alle 23.00 di stasera, sul voto per la carica di Sindaco di Roma, Milano, Torino, Napoli e Bologna.

Dalle 24.00 le prime proiezioni. Primo appuntamento su Rai3, dalle 22.50 alle 1.30, con TG3, Speciale ballottaggi che sarà realizzato in collaborazione con la TGR. Subito dopo, su Rai1, dalle 23.00 alle 2.00, Porta a porta – Speciale ballottaggi (in collaborazione con il TG1). Alle 24.00 linea alla Tgr che proporrà spazi informativi di 10 minuti, in ambito locale. Su Rai2, alle 24.45, l’edizione del TG2 Notte sarà in gran parte dedicata ai risultati delle amministrative.

17.30 –  Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha chiamato il Prefetto della provincia, Gerarda Pantalone, per esprimere  “profonda irritazione per le ripetute violazioni del silenzio elettorale da parte del candidato Gianni Lettieri e del suo staff”. Lo rende noto il comitato elettorale di de Magistris. Il comitato evidenzia come sia stata “addirittura indetta una conferenza stampa in piena consultazione in corso, un evento – sottolineano – mai verificatosi nelle precedenti tornate elettorali”. Rispetto alle accuse mosse dal comitato di Lettieri relative a presunti comizi tenuti in mattinata da de Magistris fuori ai seggi e ad aggressioni verbali da parte di “fiancheggiatori antagonisti”, lo staff del sindaco uscente afferma che “si tratta di pura fantasia, degli ultimi rantoli di gente disperata che non sa piu’ che cosa inventarsi”.

16.30 –  Il candidato a sindaco di Roma Roberto Giachetti con un nuovo post su facebook invita i cittadini a recarsi alle urne: “Non dimenticate di andare a votare! Chi non sceglie delega agli altri il futuro di Roma. Si vota solo oggi, fino alle 23. Buon voto a tutti”.

15.45Massimo D’Alema pone fine alla polemica scoppiata nei giorni scorsi sul suo ipotetico orientamento di voto a favore di Virginia Raggi. Arrivato al seggio in via Col di Lana, a pochi metri da viale Mazzini, alle 15.30, accolto da un nutrito gruppo di cronisti e video-operatori, D’Alema riferendosi ai giornalisti presenti ha detto al presidente del seggio: “Vorrei si rispettassero le leggi dello Stato. La segretezza del voto è un principio costituzionale, lo faccio presente”.

Ma uscito dalla cabina ha risposto alle domande dei cronisti: “Se ho votato con convinzione? Ho votato come ho sempre fatto nel corso di tutta la mia vita – è stata la risposta di D’Alema – Fin da quando ero piccolo, ho sempre votato secondo le indicazioni del mio partito”.

15.35 –  Nuovo post del candidato a sindaco di Bologna del centrosinistra Virginio Merola, che su facebook invita i cittadini a recarsi alle urne: “Non dimenticarti di andare a votare! Solo oggi fino alle 23 seggi aperti per il ballottaggio. Prendete posizione, andate a votare

15.30 – Virginia Raggi vota nel suo seggio in via delle Maestre Pie Filippini nel quartiere Ottavia. “Oggi è una bella giornata” ha detto la candidata pentastellata rispondendo ai cronisti che le chiedevano se oggi fosse una giornata importante.


14.52
– Quando sono noti i dati di tutti i comuni gestiti dal Viminale, l’affluenza alle ore 12 per i ballottaggi risulta del 14,48%. Al primo turno l’affluenza alla stessa ora era stata del 16,72%.

13.30 – Un guasto su una linea informatica del server sta rallentando la rilevazione dei dati dell’affluenza alle urne per il ballottaggio a Napoli. Lo si apprende da fonti dell’amministrazione comunale che spiegano che il rilevamento dell’affluenza, da parte dell’Ufficio Elettorale Comunale, sta avvenendo contattando telefonicamente i singoli seggi che al momento non hanno trasmesso i dati. La rilevazione – precisano le fonti dell’amministrazione comunale – è stata completata per 515 delle 886 sezioni elettorali. Il guasto – riferisce il Comune – è in via di soluzione per cui le successive rilevazioni dovrebbero avvenire senza problemi.

13.04 – Quando sono noti i dati di tutti i comuni, ad eccezione di Napoli, gestiti dal Viminale (esclusi, dunque, Friuli Venezia Giulia e Sicilia),l’affluenza alle ore 12 per i ballottaggi risulta del 14.96% (16.89% al primo turno).

12.14 – Quando sono noti i dati relativi a circa 30 sui 113 nei quali si svolgono i Ballottaggi per l’elezione dei sindaci (Friuli Venezia Giulia e Sicilia esclusi), l’affluenza alle urne, rilevata alle ore 12 di oggi, va attestandosi intorno al 15%. Il dato è provvisorio e destinato a cambiare, dal momento che non sono ancora affluiti al Viminale i dati relativi all’affluenza nelle grandi città. Al primo turno l’affluenza alle ore 12 negli stessi comuni era stata del 16,57% per cento.

12.10 – Alle 12 l’affluenza registrata a Torino è del 14,80%, al primo turno l’affluenza alla stessa ora era stata del 14,06%; a Roma del 13,28%, al primo turno del 14,12%; a Milano del 15,89%, al primo turno del 15,56%, a Trieste del 17,26%, al primo turno del 18,8%; Bologna al 17,78%, al primo turno del 19,91%; a Napoli del 12,12%, al primo turno al 19,59%. 

L’affluenza nei capoluoghi di provincia – Benevento 18,18% (primo turno 24,74%), Brindisi 14,01% (primo turno 23,02%), Carbonia 18,86% (primo turno 21,95%), Caserta 9,87% (primo turno 21,07%), Crotone 12,88% (primo turno 21,85%), Grosseto 18,68% (primo turno 21,77%), Isernia 13,27% (primo turno 19,63), Latina 18,75% (primo turno 22,36%), Novara 15,65% (primo turno 17,10%), Olbia 17,11% (primo turno 19,97%), Pordenone 18,46% (primo turno 21,34%), Ravenna 17,63% (primo turno 19,40%), Savona 17,41% (primo turno 21,09%), Varese 16,13% (primo turno 17,49%).

11.30 – A Torino hanno votato sia Piero Fassino che Chiara Appendino. La candidata cinquestelle si è presentata verso le 9 insieme al marito al seggio della scuola Pacinotti, in via Vidua. Sorridente, ha salutato alcuni elettori per poi fare ritorno a casa dalla figlia Sara, che proprio oggi compie 5 mesi. “Fatto. Voi? Se siete al mare o in montagna ricordatevi di rientrare entro la chiusura dei seggi alle 23. Si vota mettendo solo una croce sul nome”, ha scritto su Facebook la candidata. Verso le 11 ha votato anche il candidato del centrosinistra che uscendo dal seggio nella scuola media Foscolo ha dichiarato: “È una bellissima giornata e spero che questo favorisca un’alta partecipazione, perché oggi non si sceglie solo il sindaco, ma il futuro della città”.


10.30 – A Roma Roberto Giachetti ha votato per le elezioni comunali al seggio di via Fonteiana. Il candidato a sindaco di Roma del centrosinistra è stato accolto all’uscita del seggio da un gruppo di persone che lo sostengono che gli hanno detto “In bocca al lupo”. Giachetti si è poi rivolto a cronisti e telecamere scherzando: “Se sto rilassato? E come devo sta, rilassateve pure voi però – ha detto con accento romano -. Non ci sono altre elezioni tra una settimana, quindi rilassatevi. Mi mancherete”. A chi gli chiede come passerà la giornata, ha risposto: “Farò tante cose che in questo periodo non sono riuscito a fare, per esempio andare a correre. Farò le cose che faccio normalmente quando sono in silenzio elettorale”.

9.30 – A Milano i candidati sindaco Beppe Sala e Stefano Parisi voteranno nel seggio di via Goito rispettivamente alle 10.30 e alle 12.

9.00 – Secondo quanto riferiscono fonti vicine ai due candidati sindaco a Roma, Roberto Giachetti voterà intorno alle 10 presso il seggio di via Fonteiana 111, mentre Virginia Raggi si recherà al seggio alle 14.30, in via Maestre Pie Filippini 5.

7.30 – Come sempre, attorno alle 12, dal Viminale arriveranno i primi dati sull’affluenza ai seggi per questo secondo turno di amministrative. Al primo turno, lo scorso 5 giugno, l’affluenza media si è attestata al 62,14%, con un calo del 5,28% rispetto a cinque anni fa. L’astensionismo si è registrato soprattutto nelle grandi città dove – ad eccezione di Roma con il 57% di votanti – il calo degli elettori è stato ancora più sensibile, a Milano ben il 13% in meno e a Napoli il 6%.

7.00 – Aperte ufficialmente le urne per il secondo turno delle elezioni amministrative. Sono 126 i Comuni italiani, dei quali 20 capoluogo, chiamati al ballottaggio per l’elezione dei nuovi sindaci. In tutto, fino alle 23 di oggi, 8.610.142 elettori, di cui 4.805.703 maschi e 4.524.439 femmine, in oltre 10mila sezioni elettorali sono chiamati a esprimere la loro preferenza per rinnovare la propria amministrazione comunale.

Tra le 126 città chiamate al voto ci sono anche comuni di regioni a statuto speciale: 4 in Friuli Venezia Giulia, 9 in Sicilia e 4 in Sardegna. Sei i capoluoghi di Regione dove si tornerà a votare: Roma, Torino, Napoli, Milano, Bologna, Trieste. I capoluoghi di provincia 14: Benevento, Brindisi, Carbonia, Caserta, Crotone, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Olbia, Pordenone, Ravenna, Savona e Varese.

Al ballottaggio vanno anche cinque Comuni con meno di 15mila abitanti: Narzole, (Cuneo), Ardenno (Sondrio), Casina (Reggio Emilia), Civita D’antino e Ortucchio (L’Aquila).

Lo scrutinio dei voti avrà inizio nella stessa giornata al termine delle operazioni di voto e dopo il riscontro del numero dei votanti.

Vedi anche

Altri articoli