Siria, la Russia non ferma i raid. Colpiti ospedali e scuole: 50 morti

Mondo
msf-ospedale

Distrutta la clinica di Medici senza frontiere, donne e bimbi tra le vittime. Mosca respinge le accuse: solo propaganda, in azione jet americani

Siria, orrore senza fine. Cinque ospedali, due scuole e un campo profughi ad Azaz, cittadina siriana tra Aleppo e il confine turco, sono stati colpiti da un attacco aereo che, secondo fonti Onu, ha fatto almeno 50 vittime. Tra i morti ci sarebbero almeno due bambini. «Al momento in ospedale vi sono decine di bambini feriti in lacrime», dice il medico Juma Rahal. Altre sette persone sono state uccise e otto sono ritenute morte in un raid su una clinica di Medici senza Frontiere (Msf) a Maarrat al Numan, nella provincia di Idlib, 280 chilometri a nord di Damasco.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli