Singapore festeggia 50 anni di indipendenza e non bada a spese

Esteri
singapore

Per la parata, a cui hanno partecipato 12.000 artisti, sono stati spesi circa 12 milioni di euro

Singapore ha celebrato oggi i 50 anni d’indipendenza con fuochi artificiali, una massiccia parata militare e un tributo al fondatore Lee Kuan Yeuw, morto a marzo a 91 anni, che ha contribuito a trasformare l’ex colonia in una potenza regionale.

Per la parata, a cui hanno partecipato 12.000 artisti, sono stati spesi circa 12 milioni di euro. 

 

Happy Birthday Singapore !!!

A video posted by ~♡~정안안~♡~ (@an1101) on

Lee, un presidente autoritario e paternalista, è stato ricordato con un video sulla sua vita all’inizio della Parata della Festa nazionale, la prima a cui è assente. La folla imbandierata l’ha onorato con un lungo applauso. Molti erano in lacrime.

Alla parata hanno preso parte 2mile soldati in marcia, 50 aerei militari, 177 carri armati e diversi altri mezzi da guerra, per sottolineare la capacità militare di Singapore, che ha uno degli eserciti meglio armati della regione.

50 is just the beginning of even better things to come! #MajulahSingapura #NDP2015

A photo posted by Juncai Huang (@juncai_jc) on


Per celebrare il cinquantenario, l’Airbus A380 della Singapore Airlines, il superjumbo a doppio ponte che la Sia è stata la prima a ordinare al mondo, ha fatto un passaggio. Inoltre 20 F-16 hanno formato con le loro scie il numero 50. Alla celebrazione hanno preso parte circa 250mila spettatori.
Singapore è diventata indipendnete il 9 agosto 1965, quando è uscita dalla Federazione Malay dopo un’unione tempestosa durata due anni. La piccola isola, che non ha risorse naturali, si è sviluppata in maniera molto rapida, raggiungendo nel 2014 un Pil pro capite di 56.284 dollari e lasciando molto indietro la Malaysia e l’Indonesia. Lee Kuan Yeuw è diventato una personalità ampiamente rispettata e modello anche per i leader che hanno cambiato la stessa Cina.

Vedi anche

Altri articoli