Scontro treni, il vescovo ai funerali: “Nostre terre considerate periferia”

Cronaca
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante i funerali delle vittime dell'incidente ferroviario in Puglia, Andria (Bari), 16 luglio 2016.
ANSA/ FRANCESCO AMMENDOLA 
UFFICIO STAMPA PRESIDENZA REPUBBLICA
++HO - NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

Durante l’omelia, alla quale era presente anche il Presidente Mattarella, il vescovo di Andria mons. Luigi Mansi ha fatto riferimento alle parole di Papa Francesco: “Per troppi anni le nostre terre sono state considerate, e forse lo sono ancora oggi, le periferie di tutta l’Italia”

Alle 11 di oggi si sono celebrati ad Andria i funerali di 13 delle 23 vittime dell’incidente ferroviario avvenuto il 12 luglio nelle campagne tra Andria e Corato. Le altre famiglie hanno scelto di celebrare le esequie dei loro cari in forma privata mentre le salme dei non pugliesi sono state portate nelle città d’origine. Il maltempo delle ultime ore non ha impedito che il Palasport fosse raggiunto da migliaia di persone, circa 5mila, che hanno voluto dare l’ultimo saluto alle sfortunate vittime del tragico incidente. Alla funzione erano presenti anche il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, la presidente della Camera, Laura Boldrini, e il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio.

Durante l’omelia, il vescovo di Andria mons. Luigi Mansi, ha fatto riferimento alle cause indirette che hanno portato al disastro. “Noi dopo 3 giorni celebriamo i funerali con cristiana pietà e fede e attendiamo fiduciosi il compimento delle tue promesse – ha detto – siamo convinti che però il tuo silenzio o Dio, ci costringe a scendere in noi stessi ascoltando a voce delle nostre coscienze. Non sono normali quelle prassi di vita e di gestione dell’economia dove non si pensa mai alla vita delle persone ma ad ottusi calcoli di interesse. Con tante inadempienze nei confronti del proprio dovere verso i diritti di tutti, delle persone senza distinzioni, a cominciare dai più deboli”. Facendo quindi riferimento alle parole di Papa Francesco ha parlato delle periferie e di “questa provincia del lontano Sud”, “per tanti, troppi anni le nostre terre sono state considerate, e forse lo sono ancora oggi, le periferie di tutta l’Italia”.

78d5dbcc2d642cfbae5e4f8678e33d7b

Immagine 1 di 8

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante i funerali delle vittime dell'incidente ferroviario in Puglia, Andria (Bari), 16 luglio 2016. ANSA/ FRANCESCO AMMENDOLA

Vedi anche

Altri articoli