Sconti per il Family day, no grazie. Il Codacons denuncia Italo

Family Day
Un momento della manifestazione 'Difendiamo i nostri figli' contro il ddl Cirinnà, le unioni civili e quelle omosessuali a piazza San Giovanni, Roma, 20 giugno 2015. ANSA/ETTORE FERRARI

Dopo le polemiche sui social ora l’associazione dei consumatori ha presentato un esposto al Garante della concorrenza

La vicenda degli sconti offerti di Italo Treno per il Family Day continua a scatenare le polemiche sui social, ma non solo. La questione finisce anche sul tavolo del Codacons che ha deciso di presentare un esposto all’Antitrust sull’iniziativa commerciale della società ferroviaria.

“Vogliamo capire – fanno sapere dall’associazione di consumatori – se concedere sconti sulle tariffe in favore dei clienti che partecipano a un evento politico come il Family Day sia una pratica lecita e corretta, e se Ntv abbia applicato medesima scontistica agli utenti diretti alle manifestazioni pro-unioni civili. Se emergeranno da parte dell’azienda decisioni commerciali diverse a seconda della tipologia delle manifestazioni pubbliche, si rischierebbe un uso politico di un servizio pubblico come il trasporto ferroviario”.

Il Codacons non vuole “entrare nel merito delle decisioni di Ntv”, fa sapere con una nota, ma attraverso l’esposto “chiediamo all’Antitrust di aprire un fascicolo sulla vicenda e verificare se il caso configuri o meno pratiche commerciali scorrette o altre fattispecie sul fronte della concorrenza e dei diritti degli utenti”.

Vedi anche

Altri articoli