Sanremo 2016: gli Stadio vincono tra le cover. Caos nella votazione nuove proposte

Sanremo
Schermata 02-2457431 alle 01.54.00

Festival di Sanremo 2016, atto terzo. I voti ai protagonisti e il nostro dissacrante liveblog della serata

Sanremo 2016: i voti della terza serata

 

La vicenda MieleGabbani

La cantante siciliana Miele si esibisce prima di chiunque altro nella terza serata del festival. Il televoto la premierà come vincitrice dello scontro canoro con Francesco Gabbani, consentendole (momentaneamente) di accedere alla fase finale della gara. Ma dopo un po’ cominciano a circolare le voci che ci sia stato un intoppo nel televoto. Carlo Conti annuncia un nuovo televoto durante il proseguimento della competizione e, alla fine, comunica tra i fischi che il verdetto è stato rovesciato. Ammettendo che in questo modo si sia posto rimedio al torto ai danni di Francesco Gabbani, non si può far pagare a Miele un errore di cui non ha responsabilità.

Voto: riammettete Miele in gara

 

Clementino

Abbiamo scherzato sulla sua scelta di interpretare Don Raffaè di Fabrizio De Andrè. Ma Clementino non si lascia intimorire dalla portata della sfida. Parte maluccio e proprio quando stai per chiederti chi gliel’ha fatto fare si riprende e porta a casa il brano alla grande, tra gli applausi scroscianti del pubblico.

Voto: 7

 

Francesca Michielin, Arisa

Se continuano così le useranno per accordare i pianoforti. Le loro interpretazioni di Battisti e di Rita Pavone non saranno state rivoluzionarie, ma loro sono di gran lunga quelle che cantano meglio in questa edizione di Sanremo. E forse anche le più accreditate alla vittoria finale.

Voto 6,5 e 7-

 

I Pooh

50 anni di carriera. Ma ce la mettono ancora tutta. Facchinetti affronta tonalità che lo impegnano allo stremo, senza nascondersi; e questo dà la misura della tempra che ha consentito a questa band di attraversare le epoche: uomini di una volta.

Voto: immarcescibili

 

Liveblog

01:02 Finisce la serata. Gli Stadio si aggiudicano il premio per la migliore cover, con La sera dei miracoli di Lucio Dalla, visibilmente commossi di poter andare finalmente a dormire. Li capiamo.

00:54. La divertente rassegna stampa di Rocco Tanica, dismessi i panni di tastierista degli Elio e le Storie Tese.

00:30. Carlo Conti chiama sul palco gli Stadio. Eccezionalmente ancora svegli nonostante l’ora.

24:23. Pubblicità. Colpo di scena: Carlo Cracco compare dentro la vasca da bagno piena di schiuma che era stata promessa a Valerio Scanu!

24:08. La terza serata di Sanremo continua all’insegna del bullismo nei confronti di Gabriel Garko: in parte questo serve a renderci più sopportabile il fatto che manchino ancora quattro concorrenti alla fine della puntata e che stia salendo sul palco Lorenzo Fragola

24:00. Sfatiamo un mito. Non è vero che Morgan ha perso la voce: è l’orecchio umano che non riesce a percepire gli ultrasuoni

23:50. Carlo Conti introduce la cover dei Bluvertigo: “È una sera di Settembre, e Morgan sta aiutando la figlia a fare i compiti”. Non vorremmo essere nei panni della maestra…

23:38. Un Valerio Scanu rinvigorito nella cover di Io Vivrò (Senza Te) di Battisti. Parte del merito va agli autori: gli hanno fatto credere che avrebbero istallato nel suo camerino, durante la performance, una vasca da bagno piena di schiuma e paperelle

23:30. Il festival scorre stancamente verso il suo epilogo. Ma per fortuna si avvicina la pubblicità in cui Carlo Cracco, chiuso in bagno, si chiede cosa ci fa in un bagno

23:20. Francesca Michielin ha ingoiato un diapason. Poi è andata a cantare Il mio canto libero di Battisti. Poi per digerire ha iniziato a suonare istericamente un tamburo

23:09. Elio e le Storie Tese travestiti come in un poliziottesco anni 70; Arisa sfoggia un abito con le paillettes; Gabriel Garko spigliato e finalmente divertente. Una di queste affermazioni è falsa.

22:53. Roby Facchinetti si produce in una performance chiaramente influenzata dalla vocalità di Ozzy Osbourne

22:50. Dopo tante belle parole i Pooh chiudono l’intervista con una minaccia: “una cosa è certa: la musica non la abbandoneremo mai”. Poi attaccano Uomini Soli con un arpeggio dei Metallica

22:45. Finito il medley I Pooh parlano della loro carriera con Carlo Conti. Ora Dodi Battaglia sta raccontando della loro esibizione durante il Congresso di Vienna

22:38. I Pooh con un medley delle loro canzoni. L’esibizione si concluderà tra 2 ore e 45 minuti

22:27. Clementino che canta De Andrè, poi che succede, Gabriel Garko ci spiega Hegel?

22:17. Dolcenera sta perdendo la sua battaglia con Amore disperato di Nada. Gabriel Garko quella con il foglietto da cui legge le cose da dire. Ma fra poco arriveranno i Pooh a salvare tutti

22:14. Sale sul palco Alessio Bernabei, ma la performance subisce dei ritardi perchè i Dear Jack gli hanno sabotato gli in ear monitor. il cantante si esibisce con due suoi cuginetti afoni per coronare il loro sogno di farsi un selfie con Gabriel Garko

22:08. Patty Pravo, al grido di “è tutta SIAE”, decide di fare una cover di se stessa.

21:55. Ecco la coppia Iurato/Caccamo. Ci si aspettava una marcia in più da loro dopo il licenziamento dello stilista della Iurato, Mugatu. Ma l’esibizione non rende giustizia al brano Amore senza fine di Pino Daniele

21:51. Virginia Raffaele in una dirompete caratterizzazione di Donatella Versace. Molto convincete. Alla fine rimane con il proprio orecchio in mano, segno dei disastri della chirurgia plastica

21:44. Gli Zero assoluto si esibiscono in una cover di Goldrake. Nel crudele tentativo di minacciare il buon ricordo che abbiamo della nostra infanzia.

21:49. Gabriel Garko abbandona il gobbo elettronico e si affida alla lettura di un foglietto che tiene tra le mani: in pratica ha trovato un nuovo nemico

21:39. I Dear Jack sul palco, con la missione, ambiziosissima, di fare peggio della loro prima esibizione

21:33. Dopo il primo ospite, che esprime la necessità dell’organizzazione del festival di fare economia dopo i 300mila euro spesi ieri per la Kidman, ecco Noemi con una cover della Bertè.  Tanta energia. Pure troppa.

21:11. Come ieri il festival è cominciato con le sfide tra le nuove proposte. Anche oggi, i concorrenti per vestirsi hanno usato la tecnica di cospargersi di colla e gettarsi dentro l’armadio

Terza serata del festival di Sanremo. Stasera si esibiranno le nuove proposte e i big: questi ultimi interpretando cover di brani storici della musica italiana; solo gli Elio e le Storie Tese suoneranno un brano straniero, di Walter Murphy, tratto dalla colonna sonora del film La febbre del sabato sera. Il pezzo, originariamente strumentale, verrà implementato da un testo scritto ad hoc dagli Elio.

Attesi come ospiti speciali l’irlandese Hozier e i Pooh, che per l’occasione si esibiranno nella loro formazione originale che risale, più o meno, all’era cenozoica.

Per il resto, squadra che vince non si cambia; Carlo Conti, Virginia Raffaele, Madalina Ghenea e Gabriel Garko sono pronti: quest’ultimo pronto a mettersi in gioco per rinnovare la sua personale sfida con il suggeritore elettronico dell’Arston.

Vedi anche

Altri articoli