Sanders prova a convincere l’elettorato afroamericano

Americana
epa05152094 US Senator and Democratic Presidential hopeful Bernie Sanders during his victory speech to supporters at Concord High School in Concord, New Hampshire, USA, 09 February 2016. Billionaire businessman Donald Trump was projected to win on 09 February's New Hampshire Republican primary, while Senator Bernie Sanders won the Democratic vote in the closely watched first US presidential primary election. Trump led with 34 percent of the vote with 12 percent of ballots counted, but all US television networks had declared him the winner, while Sanders took 57 percent of the vote to Hillary Rodham Clinton's 40 percent, with 15 percent of votes counted.  EPA/CJ GUNTHER

Il tallone d’Achille del senatore del Vermont è stato l’elettorato di colore che ha votato in massa Hillary Clinton e le ha permesso di vincere in tutti gli stati del sud

Bernie Sanders tenta la rimonta. Dopo l’ultima vittoria in Wisconsin, che segue le vittorie in Idaho, Utah, Alaska, Hawaii e Washington il senatore del Vermont inizia a crederci sul serio. Sulla carta doveva essere poco più che uno sparring partner per Hillary Clinton, ma stato dopo stato la sua candidatura ha ricevuto sempre maggiore sostegno. La differenza tra i due ora è di 690 delegati, ma se da questo dato scorporiamo i superdelegati la differenza è di soli 252. Un margine ancora di sicurezza per l’ex Segretario di Stato, ma che al contempo non le fa dormire sonni tranquilli.

I risultati hanno dimostrato la forza di Sanders nell’elettorato bianco, nei liberal e nella classe media. Negli ultimi stati in cui si è votato il senatore del Vermont ha anche raccolto il sostegno della classe operaia, che lo ha votato in massa soprattutto nello stato di Washington. Giovani, intellettuali, larga parte della tradizionale base elettorale Democrat.

Dove il senatore del Vermont è più debole è tra l’elettorato afroamericano, che è stato fondamentale per Hillary Clinton nella conquista degli stati del sud. Così Sanders prova a conquistare gli elettori democratici di colore con uno spot dove si vede lui da giovane fermato dalla polizia durante una manifestazione per i diritti civili nel 1963. Il video si apre con la testimonianza di una donna che ha visto morire il marito durante un arresto, uno dei tanti casi di violenza della polizia Usa nei confronti dei cittadini afroamericani.

sandersLe prossime tappe delle primarie democratiche saranno il Wyoming il 9 aprile e l’importantissimo stato di New York il 19 aprile. New York potrebbe essere decisivo, in caso di una vittoria di Sanders le primarie si riaprirebbero, mentre una sconfitta segnerebbe la resa del senatore del Vermont. Nello stato di New York la popolazione di colore pesa in maniera rilevante sull’elettorato democratico, quindi se Sanders vuole portare a casa lo stato è fondamentale recuperare consensi tra gli afroamericani.

Vedi anche

Altri articoli