Sanders per Hillary: “A novembre voterò per lei”

Americana
hillary-bernie-debate-2016

In un’intervista televisiva il combattivo senatore del Vermont ha appoggiato la candidatura della sua avversaria alle elezioni di novembre

Forse non sarà stata una risposta entusiastica, ma è meglio di niente. Per la prima volta da quando la sua avversaria ha raggiunto il numero di delegati necessari per la nomination, Bernie Sanders  ha ammesso che voterà per Hillary Clinton. E’ successo durante un’intervista all’emittente televisiva Msnbc dove gli hanno chiesto se a novembre sarebbe stato disposto a votare per la sua acerrima nemica di partito. “Sì” ha risposto, nonostante la sua campagna elettorale non sia ancora finita, per poi aggiungere che farà tutto il possibile per sconfiggere Donald Trump. “Per il nostro Paese sarebbe un disastro se fosse lui a essere eletto – ha ribadito senza mezzi termini – Non abbiamo bisogno di qualcuno la cui pietra angolare consiste nell’intolleranza e negli insulti rivolti a messicani, latini o musulmani”.

L’appoggio di Sanders è una buona notizia per la sua avversaria. Da tempo, la guerra imbastita dal senatore socialista aveva indebolito la leadership della candidata democratica senza che ciò servisse a ribaltare il risultato delle primarie, ormai definitivamente compromesso. Tuttavia, nonostante la bandiera bianca, Sanders ha fatto capire che il suo appoggio non sarà incondizionato. L’auspicio è infatti che Hillary faccia proprie alcune sue proposte. Per questo il senatore intende portare fino in fondo la campagna delle primarie e arrivare alla Convention di luglio con la forza necessaria a far passare una piattaforma altamente progressista. La “più progressista della storia del Partito democratico” ha precisato in un’altra intervista, questa volta alla CNN.

 

 

Vedi anche

Altri articoli