San Pietro, Duomo e Scala nel mirino? Controlli rafforzati dopo allarme Fbi

Terrorismo
basilica-san-pietro-1

Ma non ci sarebbe nessuna minaccia concreta

 

Una segnalazione dell’Fbi  ha indotto a maggiori controlli, più stringenti servizi di vigilanza e posti di blocco ulteriormente rafforzati a Roma e Milano per il timore di attentati terroristici dopo la strage del 13 novembre a Parigi.

Secondo queste informazioni, la segnalazione dell’Fbi indicava come possibili obiettivi San Pietro a Roma, il Duomo e la Scala a Milano.

Il Federal Bureau Investigation, secondo quanto si apprende, avrebbe rilanciato ai servizi italiani una informativa a sua volta ricevuta dalla Dea. Sarebbero una serie di elementi di natura investigativa ad aver fatto maturare la decisione di intensificare le misure di sicurezza.

Elementi che, viene sottolineato, serviranno ora per svolgere ulteriori attività di indagine. Non sarebbero invece stati forniti segnali diretti di minacce concrete.

Tensione in serata a Roma per una borsa sospetta  nei pressi dell’ambasciata Usa in via Veneto. Falso allarme, la borsa conteneva solo un innocuo cuscino.

Vedi anche

Altri articoli