Salvini contestato a Roma: “Manco mi nonna te vota!”

Amministrative

Il leader del Carroccio in visita alla Montagnola per sostenere Giorgia Meloni costretto ad andarsene dal quartiere

Le contestazioni violente (sia fisiche che verbali) sono sempre deprecabili e non fanno parte del normale gioco democratico. Quindi le intemperanze di oggi in un quartiere di Roma contro Matteo Salvini non si tollerano. C’è da aggiungere che il clima politico è perennemente surriscaldato anche perché i leader politici acdendono quotidianamente fuochi – e Salvini in questo senso è maestro – con il risultato che alla fine, come avvenuto in passato anche al suo collega Borghezio, gli arrivano insulti e contestazioni.

Come è successo alla Montagnola, quartiere di Roma sud, dove Salvini oggi è stato accolto tra fischi e urla, di abitanti della zona che non volevano che il leader del Carroccio entrasse nel loro quartiere. Alla fine Salvini è stato costretto a lasciare il quartiere, facendo saltare l’incontro con i commercianti e gli abitanti dell’area.

A pubblicare i video con le contestazioni sulla sua pagina Facebook de La Strada, storico centro sociale della Garbatella: “I soliti violenti dei centri a-sociali che hanno bloccato il mercato e lanciato oggetti per impedirmi di incontrare i cittadini. Non mi fate paura, mi fate pena!”, ha detto Salvini in un video postato su Facebook. “Ora – ha detto poi il leader della Lega – andiamo in un altro mercato senza averlo annunciato per evitare che le zecche dei centri sociali ci impediscano di parlare con i cittadini e fare il nostro lavoro”.

Vedi anche

Altri articoli