Salah ora vuole andare in Francia. Il legale: “Non sapeva degli attentati a Bruxelles”

Terrorismo

La prima udienza si sarebbe dovuta tenere questa mattina, ma è stata rinviata al 7 aprile

Ora chiede l’estradizione in Francia “il prima possibile” Salah Abdeslam, unico degli autori degli attentati parigini ancora in vita e catturato dalla polizia a Bruxelles, nel quartiere di Molenbeek, venerdì scorso.

Inizialmente sembrava che Abdeslam volesse opporsi alla richiesta francese, ma oggi la smentita da parte del legale del terrorista, Sven Mary, che proprio questa mattina ha comunicato la decisione del suo assistito al giudice istruttore, aggiungendo che il suo cliente “non si oppone più all’estradizione, che spera possa avvenire al più presto possibile”. Salah Abdeslam, ha aggiunto poi l’avvocato, “non sapeva” degli attentati di Bruxelles.

L’udienza di convalida per la detenzione di Salah, che attualmente si trova nel carcere di massima sicurezza di Bruges, si sarebbe dovuta tenere questa mattina a Bruxelles, ma il legale si è presentato da solo e ha ottenuto il rinvio al 7 aprile.

 

Vedi anche

Altri articoli